Introduzione a Retrospect

Benvenuti nel mondo di Retrospect! In questo capitolo vengono prima descritte le differenti edizioni di Retrospect, quindi vengono definiti i requisiti hardware e di sistema del programma. A seguire viene illustrato come installare i componenti di Retrospect e come aggiornare il programma dalle versioni precedenti. Infine, viene proposta una panoramica su Retrospect console, l'interfaccia mediante la quale gli utenti svolgeranno la maggior parte del loro lavoro.

Panoramica su Retrospect

Per eseguire il backup e il ripristino dei dati, in Retrospect vengono utilizzati tre programmi software:

Il programma Retrospect Engine è il software di backup e ripristino in esecuzione sul server Retrospect, ovvero il computer a cui sono collegati gli storage device. Retrospect Engine viene eseguito in background sul server Retrospect. Gli utenti che hanno acquistato più licenze di Retrospect possono controllare server Retrospect multipli da una singola interfaccia utente.

La Retrospect console, definita anche applicazione Retrospect, fornisce l'interfaccia utente attraverso la quale è possibile controllare le funzioni del programma. È possibile utilizzarla per creare backup immediati o controllati da script, per ripristinare documenti e cartelle di cui è stato eseguito il backup, per monitorare le attività di backup e ripristino in esecuzione; per generare rapporti delle attività recenti e programmate, nonché molto altro ancora. Non è necessario installare la Retrospect console sullo stesso computer su cui risiede Retrospect Engine. Per installazioni complesse caratterizzate da più server Retrospect collegati in rete, è possibile amministrare tutte le attività di ciascun server da un'unica Retrospect console.

Il software Retrospect Client deve essere installato su ogni computer della rete (Mac, Windows o Linux) di cui si desidera effettuare il backup sul server Retrospect. Il software client di Retrospect consente di copiare e ripristinare i dati attraverso la rete, come se le unità dei computer client fossero collegate direttamente al server Retrospect.

Scelta dell'edizione più adatta alle proprie esigenze

Retrospect è un prodotto concesso su licenza in quattro modalità principali:

  • Multi Server – Protegge un numero qualsiasi di server, desktop e notebook Windows, Mac e Linux connessi in rete da un solo computer host che esegue Retrospect. Supporta dispositivi di storage su disco e a nastro.
  • Single Server Unlimited – Protegge un server e un numero qualsiasi di desktop e notebook Windows, Mac e Linux connessi in rete da un solo computer host che esegue Retrospect. È possibile acquistare licenze client server aggiuntive per proteggere più server Mac, Windows o Linux connessi in rete. Supporta dispositivi di storage su disco e a nastro.
  • Single Server 20 – Protegge un Server Windows singolo e cinque workstation locali usando archiviazione locale, in rete e su cloud basata su disco. In precedenza Retrospect Disk-to-Disk.
  • Desktop – Protegge un singolo PC Windows non server e fino ad altri 5 desktop e notebook Windows, Mac e Linux. In precedenza Retrospect Professional.

Moduli aggiuntivi di Retrospect

Un certo numero di funzionalità avanzate di Retrospect sono disponibili solo per gli utenti in possesso del codice di licenza appropriato. Per visualizzare le licenze di cui si è già in possesso o per acquistare licenze aggiuntive scegliere Retrospect > Preferenze, quindi fare clic sulla scheda Licenze.

  • Open File Backup Unlimited – Protegge i file aperti nei volumi con formattazione NTFS su server, desktop e laptop Windows. Questo modulo consente di proteggere le applicazioni operative quali contabilità, CRM e sistemi database proprietari mentre sono in funzione, anche se con file di dati sparsi in vari volumi. Il modulo aggiuntivo di Retrospect Open File Backup Unlimited è esteso a tutti i sistemi Windows protetti dal server host Retrospect, compresi i desktop e i laptop degli utenti finali.
  • Advanced Tape Support – Ottimizza i tempi di backup utilizzando più unità nastro in parallelo, comprese le unità indipendenti o quelle che risiedono in librerie, in unità o in caricatori automatici. Ciascun modulo aggiuntivo Advanced Tape Support è concesso in licenza per server host Retrospect, non per unità nastro. Ad esempio, è necessaria una sola licenza di un modulo aggiuntivo Advanced Tape Support per una libreria con quattro meccanismi di unità nastro.
  • Pacchetti client di Retrospect – Estende il numero di computer desktop e notebook connessi in rete per i quali è possibile eseguire il backup con Retrospect Disk-to-Disk Edition o Desktop Edition. Disponibile in pacchetti di licenze per 1, 5 e 10 client.
  • Retrospect Server Client – Estende il numero di server di rete di cui è possibile eseguire il backup utilizzando le edizioni Retrospect Single Server. Ogni Retrospect Server Client aggiunge una licenza per la protezione di un ulteriore server come client di rete.
  • Annual Support & Maintenance (ASM) – Fornisce senza alcun costo aggiuntivo supporto tecnico via e-mail e telefono (disponibile in determinate regioni) e tutti gli aggiornamenti, importanti e non, del prodotto acquistato per un anno dalla data di acquisto del servizio Supporto e manutenzione annuale.

Requisiti di sistema

 

Retrospect 16 per Mac

Sistemi operativi supportati:
  • Apple macOS Catalina / Catalina Server 10.15
  • Apple macOS Mojave / Mojave Server 10.14
  • Apple macOS High Sierra / High Sierra Server 10.13
  • Apple macOS Sierra / Sierra Server 10.12
  • Apple OS X El Capitan / El Capitan Server 10.11.6
  • Apple OS X Yosemite / Yosemite Server 10.10.5
  • Apple OS X Mavericks / Mavericks Server 10.9.5
  • Apple OS X Mountain Lion / Mountain Lion Server 10.8.5
  • Apple OS X Lion / Lion Server 10.7.5
  • Apple OS X Snow Leopard / Snow Leopard Server 10.6.8

* Retrospect Desktop non funziona su Mac OS X Server.

Hardware supportato:
  • Intel processor with one or more multicore processors
Configurazione consigliata:
  • Latest Software Update for OS X
  • 1 GB for each concurrent activity; 4 GB minimum
  • 10-15 GB of temp hard disk space for each concurrent activity (backup, restore, etc.)
  • Adequate storage for backups
  • RAM that meets Apple's guidelines for each OS

Retrospect 16 Client per Mac

  • Apple macOS Catalina / Catalina Server 10.15
  • Apple macOS Mojave / Mojave Server 10.14
  • Apple macOS High Sierra / High Sierra Server 10.13
  • Apple macOS Sierra / Sierra Server 10.12
  • Apple OS X El Capitan / El Capitan Server 10.11.6
  • Apple OS X Yosemite / Yosemite Server 10.10.5
  • Apple OS X Mavericks / Mavericks Server 10.9.5
  • Apple OS X Mountain Lion / Mountain Lion Server 10.8.5
  • Apple OS X Lion / Lion Server 10.7.5
  • Apple OS X Snow Leopard / Snow Leopard Server 10.6.8

* Il backup dei client OS server richiede Retrospect Multi Server o un'altra edizione Server con le licenze client server disponibili.

Hardware supportato:
  • Intel processor with one or more multicore processors
Configurazione consigliata:
  • Latest Software Update for OS X
  • RAM that meets Apple's guidelines for each OS

Retrospect 16 Client per Windows

  • Microsoft Windows XP, Vista, 7, 8, 10
  • Microsoft Windows Server 2003, 2008, 2012, 2012 R2, 2016
  • Microsoft Windows Server Core 2008 R2, 2012, 2016
  • Microsoft Windows Server 2012 Essentials
  • Microsoft Windows SBS 2003, 2008, 2011
  • Microsoft Windows Storage Server 2003, 2008

*Il backup dei client OS server richiede Retrospect Multi Server o un'altra edizione Server con le licenze client server disponibili.

Retrospect 16 Client per Linux

  • Sistema basato su processore x86 o x64 con sistema operativo Red Hat Linux, Red Hat Enterprise Linux, CentOS, Debian, Ubuntu Server o SUSE Linux. (Dettagli)
  • Versione glibc 2 o successiva

Dispositivi di storage

Retrospect supporta un'ampia varietà di dispositivi di storage come destinazione per i backup, compresi dischi rigidi (sia diretti che collegati in rete), unità e librerie a nastro, unità Flash e unità a dischi rimovibili (RDX, REV e così via). Consultare il Database dei dispositivi Retrospect per l'elenco completo delle unità e delle librerie a nastro supportate.

Installazione di Retrospect

Per installare Retrospect, è necessario installare tre diversi programmi software:

• Sul server Retrospect (ovvero sul computer che dovrà eseguire i backup sulla rete e al quale sono collegati gli storage device), installare Retrospect Engine.

• Su uno o più computer dedicati all'amministrazione di Retrospect è necessario installare la Retrospect console.Una singola console può controllare uno o più server Retrospect.

• Su ciascun computer della rete di cui si desidera eseguire il backup con Retrospect è necessario installare il software Retrospect Client. Sono disponibili programmi di installazione per il client di Retrospect per Mac OS X, Windows e Linux.

Nota per gli aggiornamenti: Retrospect potrà essere installato su computer sui quali è già installato Retrospect 6.1, senza che ciò comporti interferenze con le operazioni eseguite dal software precedente.

Installazione di Retrospect Engine

Per installare Retrospect Engine:

1. Sul computer scelto come server Retrospect, inserire il CD Retrospect oppure fare doppio clic sull'immagine scaricata per eseguire il mount sulla scrivania.

2. Fare doppio clic su Installa Retrospect Engine.

3. Quando richiesto dal programma di installazione, immettere nome utente e password amministratore, quindi fare clic su OK.

4. Seguire le istruzioni del programma di installazione.

Installazione della Retrospect console

Per installare la Retrospect console:

1. Sul computer scelto per amministrare il server Retrospect, inserire il CD Retrospect oppure fare doppio clic sull'immagine scaricata per eseguire il mount sulla scrivania.

2. Trascinare l'icona della cartella Retrospect Management Console per copiarla nella cartella Applicazioni. Nell’immagine disco Retrospect, è presente un alias della cartella Applicazioni per facilitare l’operazione.

Installazione del software Retrospect Client su un computer con sistema operativo Mac OS X

Nota: per installare il software Retrospect Client utilizzando il metodo di autenticazione a chiave pubblica/privata, che aumenta la sicurezza e consente al server Retrospect di connettersi automaticamente ai client con la chiave di crittografia pubblica corrispondente, fare riferimento al Capitolo 4: Utilizzo di client, server e share di rete.

1. Su ciascun computer di cui si desidera eseguire il backup attraverso la rete su un server Retrospect, inserire il CD Retrospect oppure fare doppio clic sull'immagine scaricata per eseguire il mount sulla scrivania.

2. Fare doppio clic sulla cartella Client Installers per aprirla, quindi fare doppio clic per aprire la cartella Mac Client Installer. Infine, fare doppio clic su Install OS X Client.

3. Quando richiesto dal programma di installazione, immettere nome utente e password amministratore, quindi fare clic su OK.

4. Seguire le istruzioni del programma di installazione.

Installazione del software Retrospect Client su un computer con sistema operativo Microsoft Windows

Nota: per installare il software Retrospect Client utilizzando il metodo di autenticazione a chiave pubblica/privata, che aumenta la sicurezza e consente al server Retrospect di connettersi automaticamente ai client con la chiave di crittografia pubblica corrispondente, fare riferimento al Capitolo 4: Utilizzo di client, server e share di rete.

1. Su ciascun computer di cui si desidera eseguire il backup con Retrospect, copiare la cartella Windows Client Installer all'interno della cartella Client Installers sul CD Retrospect, oppure fare doppio clic sull'immagine scaricata del disco sul desktop di Windows.

2. Aprire la cartella Windows Client Installer.

3. Fare doppio clic sul file Retrospect Client for Windows [numero versione].exe, quindi seguire le istruzioni del programma.

4. Se richiesto, riavviare il computer client Windows.

Installazione del software Retrospect Client su un computer con sistema operativo Linux

1. Su ciascun computer di cui si desidera eseguire il backup con Retrospect, inserire il CD Retrospect oppure fare doppio clic sull'immagine del disco scaricata per eseguire il mount sulla scrivania del Macintosh.

2. Fare doppio clic sulla cartella Client Installers per aprirla, quindi fare doppio clic per aprire la cartella Linux Client Installer. All'interno si trovano i file del programma di installazione di Retrospect Client per Linux (Linux_Client_[numero versione].tar).

3. Copiare il file appropriato in una posizione nella rete, quindi copiarlo nel computer Linux sul quale si vuole installare il software client.

4. Salvare tutti i documenti non salvati in altri programmi applicativi in esecuzione.

5. Immettere i seguenti comandi.

$ tar -xf Linux_Client.tar
$ ./Install.sh

6. Creare e immettere una password per evitare l'accesso non autorizzato al client; non dimenticare questa password.

Nota: utilizzare solo caratteri alfanumerici base (ASCII a 7 bit) nelle password per i client. I caratteri estesi non corrispondono tra Macintosh e Windows. Ad esempio, Luf$Luf00 è accettabile, ma Lüf•Lüføø causerà problemi.

Il software client viene eseguito automaticamente una volta completata l'installazione.

Aggiornamento da versioni precedenti di Retrospect

Dal momento che Retrospect per Mac è caratterizzato da un'architettura diversa e utilizza file di configurazione diversi rispetto alle versioni precedenti di Retrospect per Mac, nella versione on è possibile importare le impostazioni della versione 6.x o delle installazioni precedenti. Durante l'aggiornamento è necessario ricreare l'ambiente di backup in Retrospect. Di seguito sono descritte le procedure generali da seguire, con l'indicazione dei capitoli della Guida per l'utente in cui sono riportate.

1. Installare il server e la console di Retrospect (Capitolo 1); configurare le preferenze (Capitolo 7).

2. Creare nuovi Media Set e definirli come destinazione dei dati di backup (Capitolo 5).

3. Creare nuove regole, che sostituiscono i selettori delle versioni precedenti (Capitolo 7).

4. Accedere ai computer client e alle share di rete di Retrospect (Capitolo 4).

5. Definire le Cartelle preferite, che sostituiscono i sottovolumi delle versioni precedenti (Capitolo 3).

6. Assegnare i tag, che sostituiscono i Gruppi sorgente delle versioni precedenti (Capitolo 3).

7. Creare script per backup, copia, pulizia e altre operazioni
(Capitoli 5 e 7).

Aggiornamento da Retrospect 6.1

Il processo di installazione di Retrospect per Mac non sovrascrive né rimuove installazioni esistenti di Retrospect 6.1 (o versioni precedenti). Si raccomanda di continuare a usare l'installazione di Retrospect esistente fino a quando non si ha familiarità sufficiente con Retrospect per Mac.

Per mantenere l’installazione Retrospect 6.1 (o precedente) esistente ed evitare l’esecuzione automatica dei relativi script, procedere come segue:

  1. Per ogni backup, duplicare e ripristinare lo script con una pianificazione, modificare la pianificazione dello script e contrassegnare la casella “Salta esecuzioni pianificate”. Inserire una data di diversi anni nel futuro.
  2. Per ogni script di Backup Server, modificarne la pianificazione e impostare la pianificazione su mai attiva.

Invece, nel caso in cui si desiderasse rimuovere l'installazione precedente di Retrospect, individuare l'immagine disco contenente il programma di installazione della copia di Retrospect corrente (oppure scaricarla dalla sezione Archivi del sito Web di Retrospect) e completare la seguente procedura:

  1. Fare doppio clic sull'icona Installa Retrospect e fornire password e accettazione della licenza.
  2. Scegliere Disinstalla dal men pop-up Installazione semplice.
  3. Selezionare il pulsante Disinstalla e seguire le istruzioni visualizzate sullo schermo.

Interruzione e avvio di Retrospect engine

Dopo la sua installazione sul computer server Retrospect, Retrospect engine si avvia automaticamente e, generalmente, l’utente deve interagire con esso esclusivamente mediante la Retrospect console. Tuttavia, è possibile arrestare il software manualmente qualora desiderato.

1. Sul computer server Retrospect, aprire Preferenze di Sistema.

2. All’interno di Preferenze di Sistema, fare clic sull’icona Retrospect.

3. Fare clic sull'icona lucchetto nell'angolo inferiore sinistro della finestra. Inserire il nome e la password di un amministratore, quindi fare clic su OK.

4. Per arrestare il software, fare clic su Interrompi Retrospect Engine. Dopo alcuni secondi, il software si arresta e il pulsante è commutato in Avvia Retrospect Engine. Fare di nuovo clic sul pulsante per riavviare il software.

5. Generalmente, Retrospect Engine è avviato automaticamente all’avvio del sistema. Se si desidera evitare che ciò accada, deselezionare “Apri Retrospect engine all’avvio del sistema”.

Avvio e interruzione della Retrospect console

Per avviare la Retrospect console, fare doppio clic sull’icona dell’applicazione Retrospect contenuta all’interno della cartella Applicazioni del computer. La Retrospect console si apre e avvia automaticamente la ricerca di Retrospect Engine in esecuzione sullo stesso computer. Se un'istanza è presente e in esecuzione, la Retrospect console si connette automaticamente. In caso di assenza di un Retrospect Engine locale, è possibile aggiungere uno o più Retrospect Engine remoti facendo clic sul pulsante più (+) nella barra inferiore della console.

Suggerimento: nel campo Indirizzo server della finestra di dialogo risultante è possibile inserire l'indirizzo IP del computer sul quale viene eseguito Retrospect Engine oppure, se il computer si trova nella subnet locale, è possibile inserire il rispettivo Nome computer, ad esempio Server.local. Il Nome computer è riportato nella categoria Share nelle Preferenze di Sistema.

Al momento della prima connessione a un software Retrospect engine locale o remoto, Retrospect apre la finestra Preferenze e richiede all'utente di inserire il codice di licenza a esso associato. Inserire questa informazione, quindi fare clic su Aggiungi.

01fig01.tiff

Al prompt dello schermo di registrazione, fare clic su uno dei seguenti pulsanti:

Registra, se non è stata ancora registrata la copia di Retrospect e si desidera farlo. Facendo clic su questo pulsante viene aperto il browser web predefinito e viene stabilito il collegamento con il sito, dove è possibile compilare il modulo di registrazione.

Già registrato, se la copia di Retrospect è già stata registrata.

In base al codice di licenza inserito, il pannello Licenza di Preferenze Retrospect mostrerà i codici associati ad Applicazione, Client di backup o Dispositivi di storage.

01fig02.tiff

Suggerimento: quando la finestra Preferenze è ancora aperta, si suggerisce di fare clic sul pannello Domande generali e, al suo interno, immettere un nome per il server Retrospect nel campo Nome server. Per impostazione predefinita, il nome server corrisponde al nome del computer utilizzato come server, come mostrato nel pannello Condivisione di Preferenze di Sistema; questo nome però potrebbe non essere sufficientemente descrittivo.

È inoltre necessario assegnare una password per ciascun Retrospect Engine connesso, facendo clic sul pulsante "Modifica password server" e immettendo la password desiderata. Questa operazione previene accessi non autorizzati a Retrospect Engine da parte di altre applicazioni Retrospect console in esecuzione sulla rete.

Una volta terminato con la finestra Preferenze, fare clic sul riquadro di chiusura per chiuderla.

Per uscire da Retrospect, scegliere Esci da Retrospect dal menu Retrospect o premere Cmd-Q.

Panoramica sulla Retrospect console

La Retrospect console è l'interfaccia utente che consente di controllare le azioni eseguite sul server Retrospect. La Retrospect console può essere in esecuzione sul computer server Retrospect o controllare il server da qualsiasi postazione della rete. Di seguito viene illustrata una panoramica dettagliata della finestra della console.

01fig03.ai

La finestra della console di Retrospect presenta diversi riquadri.

Barra degli strumenti

La barra degli strumenti visualizzata nella parte superiore della finestra contiene i pulsanti che consentono di aprire gli Assistenti Backup, Copia e Ripristina (il modo più semplice per generare script ed eseguire attività in Retrospect), i pulsanti di pausa attività e il Campo di ricerca.

Barra laterale

La barra laterale riportata sulla sinistra serve a selezionare il server Retrospect da controllare. Se si dispone di più server Retrospect collegati alla rete, questi sono tutti visualizzati in tale barra. Fare clic sul triangolo di apertura posto accanto al server per mostrarne o nasconderne gli elementi che consentono di controllarne le funzioni. Ogni server dispone dei seguenti elementi:

• Attività mostra un elenco completo degli eventi di backup, copia o ripristino eseguiti, in esecuzione o pianificati (in base alla selezione effettuata dalla barra di ambito). Le icone di stato della colonna all’estrema sinistra mostrano se l’attività è stata eseguita correttamente o se si sono verificati dei problemi. Inoltre, è possibile distinguere date e ora dell’attività; nome dello script associato all’attività; tipo di operazione; sorgenti e destinazioni dell’attività e velocità dell’attività (per operazioni correnti e precedenti).

• Backup precedenti combina i concetti di Snapshot (elenco di tutti i file presenti su un volume sorgente durante un backup) e sessioni (file effettivamente copiati durante un processo di backup) utilizzati nelle precedenti versioni di Retrospect. È possibile filtrare l'elenco dei backup precedenti per client Mac o Windows.

• Script controllano tutte le azioni eseguite in Retrospect, pianificate o non pianificate. Non sono più previste azioni immediate senza la creazione di uno script (ad esempio un backup immediato). Ogni script può essere eseguito immediatamente evidenziandolo dall’elenco degli Script e facendo clic sul pulsante Esegui nella barra degli strumenti della vista elenco.

È possibile esplorare e modificare uno script selezionato utilizzando la vista dettagli sotto l’elenco Script. Facendo clic sulle schede della vista dettagli è possibile visualizzare il riepilogo degli script; impostare sorgente, destinazione e regole degli script; creare o modificare la programmazione per l'esecuzione dello script e impostare varie opzioni correlate.

• Sorgenti visualizza un elenco di tutti i volumi locali e le share di rete attive del server Retrospect, oltre ai computer client di Retrospect aggiunti. È possibile aggiungere qualsiasi computer client che esegue Retrospect Client 6.1 (o versione successiva) per Mac o Retrospect Client 7.6 (o versione successiva) per Windows, facendo clic sul pulsante Aggiungi nella barra degli strumenti della vista elenco Sorgenti. Dispositivi e share NAS possono essere aggiunti seguendo la stessa procedura. L’elenco Sorgenti fornisce informazioni in merito a ciascuna sorgente, compresi nome, computer sul quale risiede, sistema operativo in esecuzione sul computer, capacità totale e capacità in uso.

• Media Set mostra l'elenco dei Media Set utilizzati per i backup. Utilizzando la barra di ambito, è possibile filtrare i risultati dell’elenco per tipo di Media Set: Tutti, Tape, Disk e File.

• Dispositivo di storage shows a list of the storage devices attached to the Retrospect server. In questo elenco non sono visualizzati dischi rigidi, dischi rimovibili o volumi NAS (mostrati invece sotto la voce Sorgenti); al contrario, comprende dispositivi hardware quali unità e librerie ottiche o a nastro.

Rapporti è l'ultimo elemento della barra laterale. Fare clic sul triangolo di apertura per visualizzare l'elenco dei rapporti inclusi. Quasi tutte le viste elenco consentono di salvare rapporti personalizzati. Fare clic con il tasto destro su una qualsiasi intestazione di colonna nella vista elenco per mostrare o nascondere specifiche colonne del rapporto; fare clic sull'intestazione della colonna per impostare l'ordine di visualizzazione; fare clic sui pulsanti di ambito per filtrare i risultati mostrati nell'elenco; fare clic sul pulsante più (+) a destra della barra di ambito per aggiungere altre condizioni di filtro. Se necessario, trascinare le condizioni per modificarne l'ordine. Infine, fare clic su Registra rapporto nella barra di ambito. All’utente sarà richiesto di nominare il rapporto. Tutti i rapporti creati saranno visualizzati nella parte inferiore dell'elenco Rapporti.

Vista elenco e vista dettagli

La vista elenco e la vista dettagli opzionale sono localizzate nella sezione principale della finestra. I contenuti dell'elenco e dei dettagli vengono modificati in base all'elemento selezionato nella barra laterale e alle scelte effettuate nella barra di ambito.

Barra degli strumenti della vista elenco

La barra degli strumenti della vista elenco, accanto alla barra degli strumenti principale, mostra numerosi pulsanti sensibili al contesto, che variano al variare dell’elemento selezionato sulla barra laterale.

Barra di ambito

La barra di ambito è composta da pulsanti di ambito sensibili al contesto, dal pulsante Registra rapporto e dal pulsante di aggiunta condizione (+), visualizzato sopra la vista elenco nei casi opportuni, che consente di filtrare la vista elenco in base a condizioni predefinite o specificate dall'utente.

Barra inferiore

La barra inferiore contiene il pulsante di aggiunta (+), che consente di aggiungere un server Retrospect alla barra laterale, il pulsante del menu Azione, con l'icona dell'ingranaggio, che consente di modificare i rapporti e sospendere i processi, e il pulsante per mostrare/nascondere il pannello dei dettagli.

Other Views

Primo avvio — Quando si avvia la console Retrospect per la prima volta, è visualizzata la schermata iniziale. Da questa schermata è possibile installare un server locale, aggiungere un server remoto, visualizzare la Guida per l'utente, contattare il supporto e visitare il sito di Retrospect.

ui_first_launch.png

Sincronizzazione del server Retrospect — Quando si connette a un server, la console Retrospect sincronizza le informazioni in esso contenute. Mentre per le installazioni di piccole dimensioni questo processo è rapido, il relativo completamento in installazioni più grandi può richiedere tempo. La console è ottimizzata per consentire di iniziare a utilizzare la stessa mentre il processo di sincronizzazione è in esecuzione in background.

ui_syncing_server.png

Gestione di più server Retrospect — La finestra della console di Retrospect consente di controllare più server. Per ciascun server è richiesta una licenza Retrospect separata. È incluso supporto completo per Mac 9.0 e versione successiva e supporto limitato per Mac versione 8.2.

Attivazione della licenza per il server Retrospect — Quando si aggiunge un server, Retrospect richiede l'immissione di un codice di licenza. Immettere il codice di licenza e fare clic su Aggiungi.

ui_licensing_server.png

Sblocco del server Retrospect — Quando si aggiunge un server per cui è impostata una password, Retrospect visualizza un errore della password e consente di aggiornarla.

ui_unlocking_server.png

Aggiornamento del server Retrospect — Ogni versione della console Retrospect include un programma di installazione del server aggiornato. Quando la console è avviata, l'utente è informato se è possibile aggiornare i server. Se si sceglie di non installare il server aggiornato, sarà possibile eseguire questa operazione in qualsiasi momento.

ui_updating_server1.png

Aggiornamento del server Retrospect — Per installare il server aggiornato in seguito, fare clic sull'icona di aggiornamento. Retrospect installerà automaticamente il nuovo software per il server.

ui_updating_server2.png

Esportazione dei programmi di installazione in corso... — Retrospect comprende un programma di installazione per il server, dei programmi di installazione per client su Mac, Windows, e Linux, oltre a programmi di aggiornamento per i client (RCUs) per Mac, Windows, e Linux. Per esportarli a una cartella locale, aprire la scheda Preferenze dalla barra dei menu dal percorso Retrospect > Preferenze... e fare quindi clic su Console.

ui_export_installers.png

Nuovo pannello di controllo

Il nuovo pannello di controllo di Retrospect è un utile strumento di produttività che fornisce una panoramica completa di un server di backup con un riepilogo visuale dei backup eseguiti nella settimana precedente. È possibile individuare rapidamente le sorgenti non protette e quelle il cui backup richiede maggiore spazio, oltre a tenere sotto controllo l'utilizzo della memoria, per risparmiare tempo e garantire la protezione completa dei dati. Queste informazioni sono utili anche per programmare i backup e l'archiviazione, oltre che per pianificare l'uso della larghezza di banda.

Accedere al pannello di controllo

Per accedere al pannello di controllo di un qualsiasi client Retrospect clicca sulla barra posizionata sulla sinistra del client.

Dashboard mac

Individuare la sorgente di un backup di grandi dimensioni

Nella sezione "Backup" del pannello di controllo, ciascuno dei segmenti colorati di un grafico rappresenta un backup. Passando il cursore su un segmento colorato appariranno la sorgente del backup, il numero dei file e le dimensioni. I segmenti corrispondenti ai backup più recenti sono quelli sulla parte sinistra.