Operazioni immediate

Le operazioni immediate sono quelle iniziate manualmente ed eseguite immediatamente. Tipi di operazioni immediate sono: backup, archiviazione, ripristino, duplicazione e due tipi di trasferimento. Questo capitolo descrive in dettaglio ognuna di tali operazioni.

Le operazioni immediate sono particolarmente adatte per l’utente casuale, che necessita solo di backup occasionali. Tuttavia, un amministratore di rete che esegue frequentemente il backup di più volumi, preferirà automatizzare queste attività utilizzando gli script. Sia che si intendano eseguire operazioni immediate o con script, questo capitolo costituisce una buona introduzione a Retrospect.

Backup

In questa sezione viene descritto come eseguire un backup immediato con Retrospect. Le procedure di backup descritte di seguito includono tutte le informazioni necessarie per eseguire il backup di tutti i file in maniera efficace.

Prima di tentare il backup dei file con Retrospect, assicurarsi che il dispositivo di backup sia correttamente collegato al computer e che il supporto di backup (nastro, disco rigido o disco) non contenga dati importanti che non devono essere sovrascritti.

Esistono due modi per impostare un backup immediato. È possibile utilizzare il Backup guidato di Retrospect, che permette di eseguire in modo assistito il processo di configurazione di un backup, oppure è possibile impostare il backup manualmente in modalità avanzata. La modalità avanzata contiene opzioni che non sono disponibili nella modalità guidata. Per ulteriori informazioni, vedere:

Sia in modalità guidata che in modalità avanzata, nel primo backup Retrospect esegue il backup di tutti i file selezionati. Nei backup successivi (a meno che non si indichi altrimenti), Retrospect eseguirà il backup solo dei file che non esistono nel set di backup di destinazione (ad esempio, file nuovi o che sono stati modificati dall’ultimo backup). In Retrospect, questa operazione viene chiamata backup incrementale. Ciò significa che, se il backup è eseguito di frequente, in ogni sessione di backup saranno copiati sempre meno file e i backup richiederanno meno tempo e supporti.

Backup in modalità guidata

Backup guidato fornisce un modo semplice per configurare e modificare operazioni di backup immediate. Per avviare Backup guidato, fare clic su Backup dalla barra di spostamento e quindi fare clic sul pulsante Backup.

Se non è mai stato eseguito un backup prima d’ora (o è stato impostato un backup immediato utilizzando la procedura guidata), viene visualizzata la schermata di benvenuto di Backup guidato.

Se viene visualizzata la schermata Riepilogo backup in modalità avanzata, fare clic su Passa in modalità guidata.

Schermata di benvenuto

Se è la prima volta che si configura un backup, fare clic su Avanti per continuare la configurazione usando Backup guidato. Per configurare il backup in modalità avanzata, fare clic su Passa alla modalità avanzata. Per ulteriori informazioni, vedere Esecuzione di backup in modalità avanzata.

53

Se è stato precedentemente configurato un backup, la schermata di benvenuto visualizza le impostazioni attuali. Per ulteriori informazioni, vedere Modifica delle impostazioni di backup.

Scelta degli elementi di cui eseguire il backup

Fare clic sul pulsante di opzione che descrive ciò di cui si desidera eseguire il backup. Le opzioni variano leggermente a seconda dell’edizione di Retrospect in esecuzione.

54

  • Documents and Settings (disponibile solo con Retrospect Desktop) esegue il backup della cartella Documents and Settings, che contiene le cartelle di tutti gli utenti, incluse le cartelle Documenti, Immagini, Musica, Preferiti e Desktop.
  • Risorse del computer, esegue il backup del computer locale.
  • Risorse del computer e computer della rete, esegue il backup del computer locale e di tutti i computer client Retrospect connessi.
  • Solo i computer della rete (non disponibile con Retrospect Desktop) esegue il backup di tutti i computer client Retrospect connessi.
  • Selezione manuale, consente di selezionare le unità e le cartelle di cui eseguire il backup dal computer locale, dai computer client Retrospect connessi e dai volumi di rete.

Aggiunta di client Retrospect

Se si decide di eseguire il backup di “Risorse del computer e computer della rete” o “Solo i computer della rete”, Retrospect esegue il backup dei dati di tutti i computer client Retrospect connessi al momento del backup.

Per connettere immediatamente i client Retrospect, fare clic su Aggiungi client. Per ulteriori informazioni sull’installazione, la configurazione e la connessione dei client, vedere Client connessi in rete.

Scelta di unità o cartelle specifiche

Se si è scelto “Selezione manuale” nella schermata “Di che cosa si vuole eseguire il backup?”, è ora possibile selezionare una o più unità o cartelle specifiche di cui eseguire il backup.

55

Fare clic su un’unità o su una cartella per selezionarla. In questo modo si deseleziona qualsiasi altra unità o cartella selezionata. Tenere premuto il tasto Ctrl e fare clic su un’unità o su una cartella per sceglierla senza annullare alcuna delle selezioni attuali. Tenere premuto il tasto Maiusc e fare clic su un’unità o su una cartella per scegliere tutte le unità e le cartelle che vanno dalla selezione attuale al punto su cui si è fatto clic tenendo premuto il tasto Maiusc.

È possibile selezionare le unità e le cartelle da uno qualunque dei contenitori elencati in questa schermata: Risorse del computer, Risorse di rete, Client di backup e Gruppi di origine. È possibile anche selezionare uno o più dei contenitori stessi per eseguire il backup di tutto il loro contenuto.

  • Per aggiungere client Retrospect al contenitore Client di backup, fare clic su Aggiungi client.
  • Per aggiungere volumi di rete al contenitore Risorse di rete, fare clic su Aggiungi volumi di rete.
  • Per visualizzare le cartelle su un’unità, selezionare l’unità e fare clic su Mostra cartelle.

Per ulteriori informazioni, vedere Contenitori.

Scelta dei tipi di file di cui eseguire il backup

Selezionare la casella di controllo per ogni tipo di file di cui si desidera eseguire il backup. Selezionando tutte le caselle di controllo, verrà eseguito il backup di tutti i file (eccetto i file della cache).

Alcune opzioni funzionano in modo differente con computer Windows, Mac OS e Linux. Di seguito viene descritto il modo in cui tali opzioni interagiscono con computer Windows. Per apprendere come queste opzioni funzionano con altri sistemi operativi, vedere Selettori incorporati.

56

  • Documents and Settings esegue il backup dei file nella cartella Documents and Settings, che contiene le cartelle Documenti, Preferiti, Dati applicazioni e Desktop di ciascun utente.
  • Per sistemi Windows 9x, l’opzione “Documents and Settings” esegue il backup della cartella “Profili”.
  • Sistema operativo e Applicazioni esegue il backup dei file di sistema, inclusa la cartella di Windows e lo stato del sistema. Esegue inoltre il backup dei file delle applicazioni, inclusi tutti gli elementi della cartella Programmi e i file con estensioni riconosciute come applicazioni (ad esempio .exe e .dll) in qualsiasi ubicazione dell’origine.
  • Se si sceglie di non eseguire il backup di “Sistema operativo e applicazioni”, Retrospect modifica alcune delle opzioni di esecuzione predefinite. Retrospect disattiva le opzioni “Backup dello stato del sistema” e “Backup delle informazioni di protezione per le cartelle delle stazioni di lavoro”. Per ulteriori informazioni, vedere Opzioni di sistema Windows e Opzioni di protezione Windows.
  • Immagini esegue il backup di tutti i file della cartella Documenti\Immagini per tutti gli utenti. Esegue inoltre il backup di file con estensioni riconosciute come immagini (ad esempio .jpg) in qualsiasi ubicazione dell’origine, ad eccezione delle cartelle Windows e Programmi.
  • Musica esegue il backup di tutti i file della cartella Documenti\Musica per tutti gli utenti. Esegue inoltre il backup di file con estensioni riconosciute come file musicali (ad esempio .wma e .mp3) in qualsiasi ubicazione dell’origine, ad eccezione delle cartelle Windows e Programmi.
  • Video esegue il backup di tutti i file della cartella Documenti\Video per tutti gli utenti. Esegue inoltre il backup di file con estensioni riconosciute come file video (ad esempio .mov) in qualsiasi ubicazione dell’origine, ad eccezione delle cartelle Windows e Programmi.
  • Documenti di Office esegue il backup dei documenti di Microsoft Office, dei dati di Microsoft Outlook e dei file PDF Adobe in qualsiasi ubicazione dell’origine, ad eccezione delle cartelle Windows e Programmi.
  • Tutti gli altri file esegue il backup di tutti i file non selezionati nelle opzioni precedenti.
  • Se si sta eseguendo il backup di una cartella, le opzioni Documents and Settings e Sistema operativo e Applicazioni non sono disponibili.

Scelta della periferica di backup di destinazione

È possibile memorizzare il backup su qualsiasi periferica supportata da Retrospect, incluse unità nastro, unità CD/DVD e unità su disco rigido. Selezionare una delle opzioni seguenti:

  • Nastro, CD, DVD
  • Dischi rigidi sul computer locale o sulla rete

Per Nastro, CD, DVD, Retrospect visualizza le periferiche disponibili. Selezionare la periferica per il backup e fare clic su Avanti.

Per unità su disco rigido, Retrospect visualizza i dischi rigidi locali e qualsiasi volume di rete elencato nel contenitore Risorse di rete.

Per aggiungere un volume di rete, fare doppio clic su Risorse di rete, quindi passare al volume da aggiungere, selezionarlo e fare clic sul pulsante Aggiungi. Se richiesto, immettere un nome di accesso e una password e fare clic su OK.

Se si configura Retrospect per l’accesso come utente con privilegi per il volume di rete, non sarà richiesto di connettersi nuovamente. Per ulteriori informazioni, vedere Preferenze di protezione.

Per specificare una cartella in un’unità locale o in un volume di rete, selezionare l’unità o il volume e quindi fare clic sul pulsante Sfoglia. Selezionare la cartella di cui si desidera eseguire il backup e fare clic su OK.

Scelta dei tempi di esecuzione dei backup

Per backup immediati, selezionare Adesso.

Se si desidera configurare un backup per l’esecuzione in base a una pianificazione, selezionare In seguito.

La procedura per impostare l’esecuzione di un backup in seguito è descritta in Creazione di uno script di backup mediante la procedura guidata, cominciando con Scelta dei tempi di esecuzione dei backup.

Denominazione del set di backup

Un set di backup è un gruppo di uno o più dischi, nastri o dischi CD/DVD in cui sono memorizzati i dati di cui è stato eseguito il backup. Quando il primo pezzo di supporto in un set di backup si riempie di dati, Retrospect ne richiede uno nuovo e lo aggiunge come nuovo membro del set di backup.

Immettere il nome del set di backup o utilizzare il nome predefinito fornito da Retrospect. Se è già stato creato almeno un set di backup, è possibile selezionare la casella di controllo “Usa esistente” e selezionare un set di backup dall’elenco.

57

La casella di controllo “Usa esistente” appare solo se esistono già altri set di backup.

Impostazione dell’opzione di compressione

Fare clic sul pulsante “Sì” per attivare la compressione dati software per questo backup.

58

La compressione dei dati permette di risparmiare spazio comprimendo i file prima di copiarli nel set di backup. I file vengono decompressi automaticamente nel loro stato originale quando vengono ripristinati.

L’entità del risparmio di spazio che si può ottenere grazie alla compressione varia a seconda dei tipi di file da comprimere. I file di testo possono essere compressi in modo significativo, al contrario dei file delle applicazioni e di sistema.

I backup (e i ripristini) su set di backup che utilizzano la compressione dati sono più lenti di quelli che non la usano.

Durante la copia su un’unità a nastro che dispone di compressione dati hardware incorporata, Retrospect disattiva automaticamente la compressione software e utilizza sempre la compressione hardware, per ottenere risultati migliori.

Impostazione delle opzioni di protezione per i set di backup

Questa schermata consente di specificare una password per limitare l’accesso al set di backup. È possibile scegliere di crittografare i dati dei set di backup per fornire ulteriore protezione.

L’utilizzo della crittografia aumenta il tempo di backup.

59

Scegliere un’opzione dalla casella di riepilogo Protezione set di backup.

  • Nessuna: non fornisce una protezione con password per il set di backup e non crittografa i dati del set di backup.
  • Solo password: fornisce una protezione con password per il set di backup. I dati memorizzati non sono crittografati.
  • SimpleCrypt: fornisce la protezione con password e crittografa i dati del set di backup utilizzando il formato di crittografia proprietario di Retrospect.
  • DES: fornisce la protezione con password e crittografa i dati del set di backup utilizzando lo standard di crittografia DES (Data Encryption Standard).
  • AES-128: fornisce la protezione con password e crittografa i dati del set di backup utilizzando lo standard di crittografia Advanced Encryption Standard (128 bit).
  • AES-256: fornisce la protezione con password e crittografa i dati del set di backup utilizzando lo standard di crittografia Advanced Encryption Standard (256 bit). AES-256 fornisce la migliore combinazione di protezione e prestazioni.
  • Dopo aver protetto con password o crittografato un set di backup, non è possibile modificare queste impostazioni. Inoltre, se si dimentica la password, non sarà più possibile accedere al set di backup.

Se si imposta una password e si desidera che questa venga ricordata da Retrospect in determinati casi, selezionare un’opzione della casella di riepilogo Ricordare la password.

  • Ricorda password per qualsiasi accesso: salva la password per l’utilizzo con tutte le operazioni immediate e automatiche.
  • Ricordare la password per gli accessi tramite script (predefinito): salva la password per il solo utilizzo con operazioni automatizzate. Ad esempio, se il set di backup è la destinazione di uno script di backup da eseguire nottetempo, Retrospect non richiederà l’immissione manuale della password.
  • Non ricordare la password per qualsiasi accesso: richiede sempre l’immissione della password per accedere al set di backup. Ad esempio, non è possibile eseguire il backup o visualizzarne le proprietà senza immettere la password. Dopo aver immesso la password per la prima volta, non è necessario immetterla nuovamente fino a quando non si esce e si riavvia Retrospect.
  • È possibile in seguito cambiare l’impostazione per ricordare la password, modificando le proprietà del set di backup. Per ulteriori informazioni, vedere Configurazione dei set di backup.

Opzioni di ripulitura per backup su disco rigido

Se si esegue il backup su un nuovo set di backup su disco che utilizza un disco rigido come destinazione, è possibile indicare a Retrospect che cosa fare quando disco rigido è pieno.

È possibile modificare o disattivare le opzioni di ripulitura di un set di backup su disco in qualsiasi momento. Per ulteriori informazioni, vedere La scheda Opzioni.

  • Chiedere un nuovo disco: Quando il disco rigido è pieno, Retrospect richiede sempre un altro disco rigido su cui memorizzare gli altri backup. Tutti i backup presenti nel disco rigido originale vengono conservati.
  • Mantenere solo gli ultimi n backup: Specificare il numero dei backup da conservare per ciascun origine quando l’unità di backup è piena. Retrospect “ripulisce” (ovvero elimina) automaticamente tutti i backup meno recenti presenti sul disco rigido, al fine di liberare spazio per i nuovi dati.
  • Mantenere ciò che è previsto dai criteri definiti per Retrospect: Quando l’unità di backup è piena, Retrospect utilizza i propri criteri di ripulitura per eliminare i backup meno recenti. Come minimo, il criterio di Retrospect mantiene due backup per ciascuna origine. Per ogni origine Retrospect mantiene l’ultimo backup del giorno, dei due giorni più recenti in cui è stato eseguito il backup. Se il disco ha spazio sufficiente, Retrospect mantiene un backup di ciascuna origine per ogni giorno dell’ultima settimana, un backup per ogni settimana dell’ultimo mese e un backup per ognuno dei mesi precedenti.
  • La ripulitura elimina file e cartelle. Non è possibile recuperare tali file e cartelle. Prima di abilitare la ripulitura, assicurarsi di disporre di un criterio di backup che protegga i file e le cartelle più importanti.

Opzioni di riciclo per backup su unità nastro

Se si sta eseguendo il backup su un’unità a nastro, è possibile fare in modo che Retrospect “ricicli” il set di backup sul nastro di destinazione prima di eseguire il backup su di esso. Il riciclo consente di riutilizzare i nastri di un set di backup, ma i dati memorizzati su tali nastri vengono persi.

Prima di riciclare un set di backup su nastro, assicurarsi che i dati sui nastri del set esistano altrove o possano essere eliminati.

60

  • No, mantenere i dati di backup esistenti: Scegliere questa opzione per conservare tutti i dati di backup esistenti nel set di backup su nastro. Retrospect esegue il backup solo dei file nuovi e modificati dall’ultimo backup eseguito su questo set di backup. Se il membro attuale è pieno, Retrospect richiede un nuovo nastro.
  • Sì, confermare la sovrascrittura: Scegliere questa opzione per riciclare il set di backup su nastro prima di eseguire il backup. Quando Retrospect esegue un backup di riciclo, cancella il contenuto del file catalogo (se esistente) del set di backup in modo che sembri che non sia stato eseguito il backup di alcun file. Quindi, ricerca e cancella il primo nastro del set di backup, se disponibile. In caso di non disponibilità, verrà utilizzato qualsiasi nastro nuovo o cancellato disponibile. Viene eseguito il backup di tutti i file selezionati.
  • In modalità avanzata, è possibile riciclare un set di backup su nastro abilitando l’opzione di esecuzione Riciclo.

Ogni volta che si avvia un backup immediato su un set di backup su nastro, Retrospect chiede se si intende prima riciclare il set di backup.

Analisi delle impostazioni di backup

La schermata di riepilogo del backup visualizza le impostazioni specificate nella procedura guidata.

61

  • Origine elenca le unità e le cartelle di cui eseguire il backup
  • Selezione elenca i tipi di file di cui eseguire il backup
  • Destinazione elenca il nome del set di backup in cui verranno copiati i dati
  • Alcune opzioni specificate nella procedura guidata non sono elencate nella schermata di riepilogo (ad esempio, la compressione), ma vengono implementate durante il backup.

Per modificare una qualunque delle impostazioni di backup, fare clic su Indietro.

Per avviare il backup, fare clic su Avvia adesso

Controllo del backup

Dopo aver fatto clic su Avvia adesso, Retrospect esce dal Backup guidato e visualizza il Monitor attività. Per ulteriori informazioni, vedere Controllo del backup.

Modifica delle impostazioni di backup

Retrospect memorizza automaticamente le impostazioni più recenti specificate per un backup immediato. Per visualizzare e modificare tali impostazioni, scegliere Backup>Backup dalla barra di spostamento.

62

Se viene visualizzata la schermata Riepilogo backup in modalità avanzata, fare clic su Passa in modalità guidata.

Per eseguire nuovamente il backup con le stesse impostazioni, fare clic su Avvia adesso.

Per modificare le impostazioni, selezionare “Modifica queste impostazioni” e fare clic su Avanti. Modificare le impostazioni in modalità guidata è quasi come crearle per la prima volta. Per ulteriori informazioni, vedere Backup in modalità guidata.

Per modificare le impostazioni in modalità avanzata, fare clic su “Passa alla modalità avanzata”. Per ulteriori informazioni, vedere Cambio da modalità guidata a modalità avanzata.

È inoltre possibile ottenere questo schermo utilizzando tasti di scelta rapida specificati dall’icona di Retrospect nell’area di notifica. Vedere L’icona della barra delle applicazioni.

Cambio da modalità guidata a modalità avanzata

Per accedere a opzioni avanzate non disponibili in modalità guidata, fare clic su “Passa alla modalità avanzata” nella schermata di benvenuto.

Se non è stato precedentemente configurato un backup, è possibile procedere nel modo descritto in Esecuzione di backup in modalità avanzata.

Se è stato configurato precedentemente un backup, Retrospect ricorda le impostazioni e le visualizza nella finestra di riepilogo della modalità avanzata.

  • Tutte le opzioni della modalità guidata sono disponibili nella modalità avanzata. Se si passa dalla modalità guidata alla modalità avanzata, tali opzioni vengono fatte corrispondere direttamente alle opzioni equivalenti.

Esecuzione di backup in modalità avanzata

L’esecuzione di backup in modalità avanzata consente l’accesso ad alcune efficaci opzioni di Retrospect che non sono disponibili in modalità guidata. In modalità guidata è possibile:

  • Accedere a un maggior numero di selettori predefiniti
  • Creare e applicare selettori personalizzati
  • Anteprima e selezione di file specifici di cui eseguire il backup
  • Impostare numerose opzioni aggiuntive non disponibili in modalità guidata

Per configurare un backup immediato in modalità avanzata, fare clic su Backup nella barra di spostamento e quindi fare clic sul pulsante Backup.

Se appare la schermata di benvenuto della modalità guidata, fare clic su Passa alla modalità avanzata. Viene visualizzata la finestra di riepilogo Backup immediato.

63

Fare clic sui pulsanti della schermata di riepilogo per specificare origine, destinazione e altre opzioni di backup.

Scelta dei volumi di origine

Nella finestra Backup immediato, fare clic sul pulsante Origini per visualizzare la finestra di selezione dell’origine.

64

In questa finestra sono elencati tutti i volumi attualmente disponibili per il backup, compresi i dischi rigidi interni, i dischi rimovibili o i dischi rigidi montati, i volumi client connessi e tutti i volumi di rete connessi di file server.

Se è disponibile il modulo aggiuntivo Agente SQL Server e/o Exchange, saranno elencati anche i server e le cassette postali SQL e/o Exchange. Per ulteriori informazioni, vedere Agente SQL Server e Agente Exchange Server.

Nell’elenco di volumi, fare clic su un volume per selezionarlo. Per eseguire il backup di più volumi, selezionare gli altri volumi facendo clic tenendo premuti i tasti MAIUSC o CTRL.

Una volta selezionata l’origine, fare clic su OK per continuare a configurare il backup immediato. La finestra di selezione dell’origine viene chiusa e Retrospect torna alla finestra Backup immediato.

Scelta del set di backup

Nella finestra del backup immediato, fare clic sul pulsante Destinazione per visualizzare la finestra di selezione del set di backup, in cui sono elencati i set di backup disponibili.

65

Selezionare il set di backup di destinazione e fare clic su OK per continuare a configurare il backup. Se nessun set di backup è elencato nella finestra di selezione del set di backup o se non si desidera utilizzare nessuno di quelli elencati, fare clic su Crea nuovo per creare un nuovo set di backup. Per ulteriori informazioni, vedere Creazione di set di backup.

Impostazione di opzioni aggiuntive

Dopo aver specificato il volume di origine di cui eseguire il backup e il set di backup di destinazione in cui sarà copiato, utilizzare la finestra di riepilogo Backup immediato per verificare le scelte e impostare opzioni aggiuntive.

66

Per apportare modifiche, fare clic sul pulsante appropriato.

Origini permette di aggiungere o rimuovere volumi di origine.

Destinazione permette di scegliere un set di backup diverso come destinazione.

Selezione permette di scegliere un selettore, un tipo di filtro per selezionare file e cartelle di cui eseguire il backup. (I selettori sono descritti in dettaglio in Utilizzo dei selettori). Il selettore predefinito è “Tutti i file tranne i file nella cache”, che consente di contrassegnare per il backup tutti i file dell’origine (ad eccezione dei file nella cache).

Anteprima esegue la scansione del volume (o dei volumi) di origine e determina i file di cui eseguire il backup confrontando i file di origine con l’elenco dei file nel catalogo del set di backup. Al termine della scansione, viene aperta una finestra del browser in cui è visualizzato un elenco dei file del volume di origine contrassegnati per il backup. Questa finestra può essere utilizzata per contrassegnare e deselezionare singoli file e cartelle di cui eseguire il backup.

I browser sono descritti in Scorrimento. Quando si chiude il browser, nella finestra di riepilogo vengono mostrate le informazioni relative ai file selezionati.

Opzioni visualizza la finestra delle opzioni di base in cui è possibile specificare l’azione di backup (normale o riciclo), scegliere un metodo di verifica e attivare o disattivare la compressione software dei dati.

67

Fare clic sul pulsante Altre scelte per accedere a molte altre opzioni.

Le azioni di backup sono descritte in Azioni di backup, mentre le opzioni sono descritte in dettaglio in Opzioni di esecuzione di backup.

Esecuzione del backup

Se Retrospect dispone delle informazioni necessarie, nella parte superiore della finestra di riepilogo del backup immediato verrà visualizzato il messaggio “Pronto per l’esecuzione”. Se le informazioni non sono complete, verrà visualizzato il messaggio “Non pronto per l’esecuzione” e una o più parti delle informazioni dovranno essere modificate, come descritto nella parte superiore della finestra.

Se l’edizione di Retrospect supporta più esecuzioni contemporanee, è possibile specificare l’unità di esecuzione da utilizzare per questa operazione (oppure scegliere “Qualsiasi unità di esecuzione”). Effettuare la selezione nella casella combinata della finestra di riepilogo. Per ulteriori informazioni, vedere Assegnazione delle unità di esecuzione.

Quando si è pronti, fare clic su Backup. Retrospect esegue la scansione del volume di origine e visualizza la finestra Monitor attività.

Controllo del backup

Il Monitor attività visualizza il progresso dell’operazione e i nomi dei file quando vengono copiati nel set di backup di destinazione. La finestra Monitor attività contiene anche i pulsanti per sospendere o interrompere il backup.

68

Se il set di backup di destinazione non contiene nessun membro, o nel dispositivo di backup non è caricato il supporto corretto, verrà visualizzata una finestra di richiesta del supporto. La finestra è leggermente diversa a seconda del tipo di set di backup che si desidera utilizzare.

69

Inserire un nastro, un disco CD/DVD vuoto o un supporto contenente dati non desiderati, perché tutti i file verranno rimossi in modo permanente. Selezionare il nuovo supporto nella finestra, quindi scegliere Procedi.

70

Una volta terminata l’esecuzione, fare clic sulla scheda Cronologia per visualizzare i dati di prestazione del backup. Se si sono verificati degli errori, è possibile ottenere maggiori informazioni facendo clic sul pulsante Errori. Per visualizzare il registro delle operazioni per questa esecuzione, fare clic sul pulsante Registro.

Il registro è descritto in Visualizzazione del registro operazioni.

Modifica delle impostazioni di backup

Retrospect memorizza automaticamente le impostazioni più recenti specificate per un backup immediato. Per visualizzare e modificare tali impostazioni, scegliere Backup>Backup dalla barra di spostamento.

71

Se appare la schermata di riepilogo di backup della modalità guidata, fare clic su Passa alla modalità avanzata.

Per eseguire nuovamente il backup con le stesse impostazioni, fare clic su Backup.

Per modificare le impostazioni, fare clic sui pulsanti per cambiare le origini, le destinazioni, i criteri di selezione dei file e le opzioni. Modificare le impostazioni nella modalità avanzata è quasi come crearle per la prima volta. Per ulteriori informazioni, vedere Esecuzione di backup in modalità avanzata.

Per modificare le impostazioni nella modalità guidata, fare clic su “Passa in modalità guidata”. Per ulteriori informazioni, vedere Cambio dalla modalità avanzata alla modalità guidata.

Backup gestiti da script

Se si desidera automatizzare i backup in modo da poterli eseguire quando il computer non è presidiato, è possibile utilizzare la funzionalità di gestione script di Retrospect per configurare e pianificare i backup.

Nella finestra di riepilogo del backup immediato, fare clic sul pulsante Pianifica per salvare le informazioni e le impostazioni del backup immediato sotto forma di script. Lo script può quindi essere pianificato per eseguire operazioni di backup automatiche e non assistite.

Vedere Pianificazione degli script.

Cambio dalla modalità avanzata alla modalità guidata

Solitamente, Retrospect, Inc. consiglia di modificare gli script nello stesso modo in cui sono stati creati. Naturalmente, è possibile passare da una modalità all’altra e, in tal caso, è importante conoscere il modo in cui Retrospect gestisce le opzioni avanzate non disponibili nella modalità guidata.

Per ritornare in modalità guidata in qualsiasi momento, fare clic su “Passa in modalità guidata” nella finestra di riepilogo della modalità avanzata.

Se sono state apportate modifiche alle impostazioni di backup, Retrospect chiede se si intende salvare tali modifiche prima di passare all’altra modalità.

72

Se non è stata apportata alcuna modifica, Retrospect visualizza la schermata di benvenuto della modalità guidata con un riepilogo delle attuali impostazioni di backup.

Poiché la modalità avanzata include opzioni non disponibili in modalità guidata, Retrospect deve mantenere tali impostazioni o rifiutarle. Esistono alcune opzioni importanti da considerare:

Selettori

La modalità avanzata include diversi selettori predefiniti che non sono disponibili in modalità guidata. Inoltre, nella modalità avanzata è possibile creare e utilizzare selettori personalizzati.

Se si sceglie un selettore non disponibile in modalità guidata e si fa clic su “Passa in modalità guidata”, Retrospect mantiene il selettore avanzato e lo applica all’esecuzione del backup.

In queste situazioni, nella schermata di benvenuto della modalità guidata è visualizzato (Creato in modalità avanzata) nel campo Selezione.

73

Inoltre, se si modificano le impostazioni di backup, viene visualizzata una nuova opzione nella schermata “Di quali tipi di file si vuole eseguire il backup?”.

74

  • Scegliere “Mantieni la selezione in modalità avanzata” per mantenere il selettore avanzato.
  • Scegliere “Seleziona i seguenti” e selezionare una nuova opzione per rifiutare il selettore avanzato e utilizzarne uno nuovo.

Opzioni di esecuzione

La modalità avanzata include molte opzioni di esecuzione non disponibili in modalità guidata, ad esempio la verifica e l’azione di backup.

L’opzione di esecuzione di compressione è disponibile sia in modalità guidata che in modalità avanzata. Se si modifica l’opzione in una modalità, ciò si rifletterà nell’altra modalità.

Se si sceglie un’opzione di esecuzione non disponibile in modalità guidata e si fa clic su “Passa in modalità guidata”, Retrospect mantiene l’opzione di esecuzione avanzata e la applica all’esecuzione del backup.

La schermata di benvenuto della modalità guidata non indica se il backup include o meno opzioni di esecuzione avanzate. L’unico modo per verificarlo è passare alla modalità avanzata ed esaminare le impostazioni delle opzioni.

Set di backup

In modalità avanzata, è possibile selezionare un set di backup su file come destinazione. I set di backup su file non sono disponibili in modalità guidata.

I set di backup su file sono utili soprattutto per il backup di un singolo file, ma i set di backup su disco offrono più vantaggi.

Se si sceglie un set di backup su file come destinazione e si fa clic su “Passa in modalità guidata”, Retrospect rifiuta la destinazione.

In queste situazioni, la schermata di benvenuto della modalità guidata visualizza (Nessuna destinazione selezionata) nel campo Destinazione.

75

Facendo clic su Avanti, la procedura guidata rifiuta la destinazione e impone di selezionarne un’altra. Fare clic su “Passa alla modalità avanzata” per continuare a utilizzare il set di backup su file come destinazione.

Selezione manuale di file

In modalità avanzata, è possibile fare clic sul pulsante Anteprima e selezionare specifici file e cartelle di cui eseguire il backup. Se si compie tale operazione, la finestra di riepilogo della modalità avanzata visualizza Selezione manuale nel campo Selezione.

76

Se si applica una selezione manuale e si fa clic su “Passa in modalità guidata”, Retrospect rifiuta la selezione. Non è possibile effettuare una selezione manuale in modalità guidata.

Unità di esecuzione

Se l’edizione di Retrospect supporta più esecuzioni contemporanee, è possibile specificare l’unità di esecuzione da utilizzare per l’operazione di backup solamente in modalità avanzata.

Se si sceglie un’unità di esecuzione specifica (non “Qualsiasi unità di esecuzione”) e si fa clic su “Passa in modalità guidata”, Retrospect mantiene le informazioni relative all’unità di esecuzione e utilizza l’unità di esecuzione specifica quando si esegue il backup.

La schermata di benvenuto della modalità guidata non indica se il backup specifica o meno un’unità di esecuzione. L’unico modo per verificarlo è passare alla modalità avanzata ed esaminare le impostazioni.

Archiviazione

L’archiviazione permette di copiare i file da un volume a un set di backup per la memorizzazione non in linea. Per impostare un’operazione di archiviazione, scegliere Strumenti dalla barra di spostamento, quindi fare clic su Archiviazione file. Viene visualizzata la finestra di riepilogo di archiviazione.

77

Come con i backup, esistono tre fasi di base nell’archiviazione:

  • Scelta dei volumi di origine da archiviare
  • Scelta del set di backup in cui memorizzare i file (o creazione di un nuovo set di backup)
  • Esecuzione dell’archiviazione
  • Per altre importanti informazioni sull’archiviazione, leggere Suggerimenti per l’archiviazione.

Scelta dei volumi di origine

Nella finestra di riepilogo dell’archiviazione, fare clic sul pulsante Origini per visualizzare la finestra di selezione dell’origine.

78

In questa finestra sono elencati tutti i volumi attualmente disponibili per l’archiviazione, compresi i dischi rigidi interni, i dischi rimovibili o i dischi rigidi montati, i volumi client connessi e tutti i volumi di rete connessi di file server.

Non è possibile archiviare database SQL o Exchange, cassette postali di Exchange o cartelle pubbliche.

Nell’elenco di volumi, fare clic su un volume per selezionarlo. Per archiviare più volumi, fare clic sugli altri volumi tenendo premuti i tasti MAIUSC o CTRL.

Una volta selezionata l’origine, fare clic su OK per continuare a configurare l’archiviazione immediata. La finestra di selezione dell’origine viene chiusa e Retrospect torna alla finestra di riepilogo dell’archiviazione.

Scelta del set di backup

Nella finestra di riepilogo dell’archiviazione, fare clic sul pulsante Destinazione per visualizzare la finestra di selezione del set di backup, in cui sono elencati i set di backup disponibili.

79

Selezionare il set di backup di destinazione e fare clic su OK per continuare a configurare l’archiviazione. Se nessun set di backup è elencato nella finestra di selezione del set di backup, o se non si desidera utilizzare nessuno di quelli elencati, è possibile creare un nuovo set di backup. Per ulteriori informazioni, vedere Creazione di set di backup.

Non archiviare file su un set di backup su disco per cui è abilitata la ripulitura. Poiché la ripulitura elimina le istantanee meno recenti per liberare spazio su disco per quelle nuove, annulla lo scopo di creare un archivio permanente.

Impostazione di opzioni aggiuntive

Dopo aver specificato il volume di origine da archiviare e il set di backup di destinazione in cui sarà copiato, utilizzare la finestra di riepilogo dell’archiviazione per verificare le scelte e impostare opzioni aggiuntive.

80

Per apportare modifiche, fare clic sul pulsante appropriato.

Origini permette di aggiungere o rimuovere volumi di origine.

Destinazione permette di scegliere un set di backup diverso come destinazione.

Selezione consente di scegliere un selettore, ovvero una sorta di filtro per selezionare i file e le cartelle da archiviare. (I selettori sono descritti in dettaglio in Utilizzo dei selettori). Il selettore predefinito è “Tutti i file”, che contrassegna per l’archiviazione tutti i file nell’origine.

Anteprima effettua una scansione dei volumi di origine e apre una finestra del browser per visualizzare un elenco dei file del volume di origine. Questa finestra può essere utilizzata per contrassegnare e deselezionare singoli file e cartelle da archiviare.

A differenza del backup, l’archiviazione, per impostazione predefinita, non ricerca la corrispondenza tra origine e destinazione. Ovvero, Retrospect non confronta i file dell’origine con i file del set di backup di destinazione. Pertanto, è possibile che Retrospect copi file già esistenti nel set di backup di destinazione. In questo caso, Retrospect sacrifica l’efficienza a vantaggio dell’integrità dell’archivio.

I browser sono descritti in Scorrimento. Quando si chiude il browser, nella finestra di riepilogo vengono mostrate le informazioni relative ai file selezionati.

Opzioni visualizza la finestra delle opzioni di base in cui è possibile impostare le opzioni di verifica, compressione dati software e spostamento di file.

81

Se si abilita l’opzione “Sposta file”, Retrospect elimina i file originali dall’origine dopo averli copiati nella destinazione e averne verificato la correttezza. Ciò consente di liberare spazio nel volume.

Prima di utilizzare l’opzione Sposta file, eseguire l’archiviazione in un set di backup diverso copiando i file senza spostarli. Ciò fornisce una misura di protezione supplementare nel caso in cui un set di backup diventasse inutilizzabile.

Le opzioni di verifica e compressione dati software sono spiegate dettagliatamente in Opzioni di esecuzione di backup.

Fare clic sul pulsante Altre scelte per accedere a molte altre opzioni. Per ulteriori informazioni su queste opzioni, vedere Opzioni di esecuzione.

Per ulteriori informazioni sulle opzioni di archiviazione, vedere Suggerimenti per l’archiviazione.

Esecuzione dell’archiviazione

Se Retrospect dispone delle informazioni necessarie, nella parte superiore della finestra di riepilogo dell’archiviazione verrà visualizzato il messaggio “Pronto per l’esecuzione”. Se le informazioni non sono complete, verrà visualizzato il messaggio “Non pronto per l’esecuzione” e una o più parti delle informazioni dovranno essere modificate, come descritto nella parte superiore della finestra.

Se l’edizione di Retrospect supporta più esecuzioni contemporanee, è possibile specificare l’unità di esecuzione da utilizzare per questa operazione (oppure scegliere “Qualsiasi unità di esecuzione”). Effettuare la selezione nella casella combinata della finestra di riepilogo. Per ulteriori informazioni, vedere Assegnazione delle unità di esecuzione.

Quando si è pronti, fare clic su Archivia. Retrospect esegue la scansione del volume di origine e visualizza la finestra Monitor attività.

A questo punto, l’operazione di archiviazione è esattamente analoga a un’operazione di backup. Per ulteriori informazioni, vedere Esecuzione del backup.

Archiviazione gestita da script

Quando la finestra di riepilogo dell’archiviazione è attiva, è possibile fare clic sul pulsante Pianifica per salvare le informazioni e le impostazioni di archiviazione sotto forma di script.

Vedere Operazioni automatizzate.

Suggerimenti per l’archiviazione

Supporti: Pianificare su tempi lunghi. Archiviare su due o più set di backup e mantenere una copia non in linea dei dati archiviati. Conservare sempre i supporti secondo le linee guida del produttore. Per ulteriori informazioni, vedere Longevità e conservazione dei supporti.

Trasferire periodicamente i dati su nuovi supporti per assicurare l’integrità dell’archiviazione. Non utilizzare opzioni specifiche del dispositivo come la compressione hardware, poiché il dispositivo di backup successivo potrebbe non supportare le funzionalità di un modello più vecchio.

Pianificazione: Definire un sistema di archiviazione e utilizzarlo sempre. Archiviare i file solo in cartelle specifiche o modificate in un intervallo di tempo specifico. Costringere gli utenti a decidere quali dati devono essere archiviati spostandoli in una posizione specifica. Non archiviare mai i dati senza comunicare agli utenti quali informazioni sono state rimosse.

Prima di utilizzare l’opzione Sposta file (elimina dopo la copia), eseguire l’archiviazione in un set di backup diverso copiando i file senza spostarli. Ciò fornisce una misura di protezione supplementare nel caso in cui un set di backup diventasse inutilizzabile. Se l’unico supporto di archiviazione a disposizione è stato perso o danneggiato, tutti i dati saranno persi. Fare attenzione a non riciclare, ripulire, perdere o danneggiare il supporto di archiviazione.

Verifica: Utilizzare sempre la verifica. Se non si utilizza la verifica e durante l’archiviazione si riscontrano dei problemi hardware, è possibile che i dati non vengano copiati correttamente sul supporto. Quando si archivia con l’opzione “Sposta file” su, si dovrebbe utilizzare la verifica completa (non la verifica supporti).

Archiviazione in linea: Per archiviare i documenti in sede, comprimerli in un set di backup su disco che verrà memorizzato su disco rigido. In tal modo, i documenti occuperanno meno spazio, ma saranno ancora disponibili in linea.

Ripulitura: Non archiviare i file in un set di backup che ha abilitata l’opzione di ripulitura. Poiché la ripulitura elimina le istantanee meno recenti per liberare spazio su disco per quelle nuove, annulla lo scopo di creare un archivio permanente.

Ripristino

Retrospect consente di ripristinare un intero volume o file e cartelle selezionate dal backup più recente o da qualsiasi backup precedente. Retrospect è in grado di ripristinare file e cartelle selezionati, interi volumi o solo lo stato del sistema e il registro di sistema. È possibile effettuare il ripristino selezionando un’istantanea di volume da un set di backup o cercando i file in uno o più set di backup che corrispondano a criteri specifici. L’obiettivo di questa sezione è di presentare i due diversi metodi di ripristino di file con Retrospect.

Se si sono subite perdite di dati disastrose in cui l’ambiente di elaborazione richiesto per ripristinare i dati non è disponibile, vedere Recupero di emergenza, che include una panoramica delle diverse situazioni e contiene i riferimenti alle istruzioni di recupero.

Per ripristinare i file di cui è stato eseguito il backup mentre erano aperti, assicurarsi di chiudere o arrestare l’applicazione che sta utilizzando i file nel volume di destinazione.

Per informazioni su come ripristinare un database SQL, oppure una cassetta postale o un database Exchange, vedere Agente SQL Server e Agente Exchange Server.

Istantanee

Le istantanee di Retrospect semplificano l’operazione di ripristino di un volume intero o di un file selezionato allo stato esatto in cui si trovava in un dato istante. Un’istantanea è simile a un’immagine del contenuto di un volume in un determinato momento. Essa contiene un elenco di tutti i file e cartelle di un volume e delle sessioni di backup. Ogni volta che si esegue il backup di un volume, la sua istantanea viene aggiornata nel catalogo del set di backup e aggiunta al supporto di backup.

Per ripristinare un intero volume, scegliere semplicemente l’istantanea che si desidera ripristinare; Retrospect localizza e recupera automaticamente i file necessari, anche se appartenenti a diverse sessioni di backup. L’istantanea consente a Retrospect di ripristinare i file da un set di backup in una sola fase attraverso il supporto, invece di dover ripristinare ciascuna sessione incrementale individualmente e in un ordine specifico.

È inoltre possibile ripristinare singoli file da un’istantanea. Questo è il modo più facile per recuperare i file che si trovavano su un volume durante un determinato backup. Se non si è certi di quale istantanea o di quale set di backup contiene i file desiderati, è possibile definire criteri di ricerca per trovare i file. Per ulteriori informazioni, vedere Ripristino mediante ricerca.

È possibile effettuare il ripristino mediante istantanea sia in modalità guidata che in modalità avanzata.

Ripristino in modalità guidata

La procedura Ripristino guidato è un modo semplice per configurare e modificare le operazioni immediate di ripristino. Per avviare il Ripristino guidato, fare clic su Ripristino nella barra di spostamento e quindi fare clic sul pulsante Ripristina.

Viene visualizzata la schermata di benvenuto del Ripristino guidato.

Schermata di benvenuto

Quando si sceglie Ripristino>Ripristina nella barra di spostamento, Retrospect apre sempre Ripristino guidato. Fare clic su Avanti per continuare la configurazione utilizzando Ripristino guidato.

82

Per configurare il ripristino in modalità avanzata, fare clic su Passa alla modalità avanzata. Per ulteriori informazioni, vedere Ripristino in modalità avanzata.

Selezione di un set di backup

Selezionare il set di backup che contiene i file da ripristinare e fare clic su Avanti.

83

L’elenco dei set di backup visualizza tutti i set di backup attuali per nome e include informazioni sull’ultima modifica per ciascun set di backup. Le icone accanto ai nomi dei set di backup indicano il tipo del set di backup (disco, nastro e così via).

Se il set di backup che contiene i file non è visualizzato, fare clic su Altri set di backup, passare all’ubicazione del file catalogo del set di backup (per impostazione predefinita, Documenti\Retrospect Catalog Files), selezionare un set di backup e fare clic su Apri.

Se non è possibile trovare il file catalogo del set di backup, fare clic su Ricostruisci per ricostruirlo dai supporti di backup. Vedere Ricostruzione di un catalogo o Riparazione dei set di backup su file per ulteriori informazioni.

Selezione di un’istantanea

Selezionare l’istantanea che contiene i file da ripristinare e fare clic su Avanti.

84

L’elenco di istantanee visualizza per nome tutte le istantanee attive per il set di backup selezionato e include informazioni sulla data e l’ora in cui è stata creata ogni istantanea. Le icone accanto ai nomi delle istantanee indicano l’oggetto del backup (un’unità, una cartella e così via).

Se l’istantanea da utilizzare non è in elenco, fare clic sul pulsante Altre istantanee per visualizzare un elenco di tutte le istantanee nel set di backup.

Per ripristinare i file da un backup diverso da quello più recente, è probabile che sia necessario utilizzare Altre istantanee.

Nella finestra Recupero istantanea, selezionare un’istantanea e quindi fare clic su Recupera. Poiché Retrospect recupera le istantanee meno recenti dai supporti del set di backup, potrebbe essere richiesto di inserire i supporti nell’unità di backup.

Il pulsante Recupera è disabilitato quando si seleziona un’istantanea che è già disponibile.

Scelta della destinazione

È possibile ripristinare i file nella relativa ubicazione originale o in una nuova ubicazione.

85

L’opzione Ubicazione originale è disponibile solo se l’ubicazione esiste ancora ed è accessibile a Retrospect.

Per ripristinare in una nuova ubicazione, selezionare Nuova ubicazione e quindi specificare una destinazione. Fare clic su un’unità o su una cartella per selezionarla. In questo modo si deseleziona qualsiasi altra unità o cartella selezionata. È possibile selezionare un’unità o una cartella da uno qualunque dei contenitori elencati in questa schermata: Risorse del computer, Risorse di rete o Client di backup.

  • Per aggiungere client Retrospect al contenitore Client di backup, fare clic su Aggiungi client.
  • Per aggiungere volumi di rete al contenitore Risorse di rete, fare clic su Risorse di rete.
  • Per visualizzare le cartelle in un’unità, selezionare l’unità e fare clic su Aggiungi cartelle.
  • Se l’istantanea contiene un backup completo di sistema, il pulsante Risorse di rete e il contenitore risorse di rete non sono visualizzati.

Scelta del tipo di ripristino

A seconda delle selezioni effettuate precedentemente nella procedura guidata, questa schermata offre alcune combinazioni delle opzioni seguenti:

  • Ripristina file e cartelle consente di selezionare file specifici da ripristinare nella destinazione.
  • Ripristino di tutto...eliminando ogni altro contenuto elimina tutti i file esistenti nella destinazione e quindi ripristina nella destinazione tutti i file dell’istantanea.
  • Ripristino degli elementi di... elimina tutti i file esistenti nella destinazione, quindi ripristina nella destinazione tutti i file dell’istantanea. Questa opzione ripristina inoltre le informazioni relative al registro di sistema e allo stato del sistema dall’istantanea di origine.
  • Ripristinare solo il registro e lo stato del sistema non ripristina nessun file dell’istantanea e non elimina nessun file nella destinazione. Questa opzione ripristina solo le informazioni relative al registro di sistema e allo stato del sistema dall’istantanea di origine.

Selezionare un’opzione e fare clic su Avanti.

Selezione dei file da ripristinare

Questa schermata offre opzioni differenti a seconda della selezione effettuata nella precedente schermata della procedura guidata.

Se si è selezionato “Ripristina file e cartelle”, fare clic su Seleziona file per visualizzare un elenco dei file dell’istantanea disponibili per il ripristino. Selezionare la casella di controllo accanto a ogni file da ripristinare (per impostazione predefinita, sono selezionati tutti i file). Selezionando la casella di controllo per una cartella si selezionano tutti i file in tale cartella.

Se si è scelto “Ripristino di tutto... “ o “Ripristino degli elementi... “, Retrospect seleziona tutti i file. Fare clic su Anteprima file per visualizzare un elenco dei file dell’istantanea che verranno ripristinati. Deselezionare la casella di controllo di fianco ai file da non ripristinare. Deselezionando la casella di controllo per una cartella si deselezionano le caselle di controllo per tutti i file in tale cartella.

Impostazione dell’opzione di corrispondenza

Quando la destinazione di ripristino contiene già i file selezionati per il ripristino, è possibile scegliere di sostituire tali file “corrispondenti” con quelli dell’istantanea del set di backup di origine.

  • Mai lascia intatti i file della destinazione corrispondenti. Questa opzione ripristina tutti i file dell’istantanea selezionati che non esistono nella destinazione, ma non sovrascrive nessun file della destinazione. È utile per assicurarsi di non ripristinare una versione meno recente di un file aggiornato dopo la creazione dell’istantanea.
  • Solo se il set di backup è più recente, i file della destinazione corrispondenti sono sostituiti dai file selezionati dall’istantanea solo se i file dell’istantanea sono più nuovi. Questa opzione ripristina tutti i file dell’istantanea selezionati che non esistono nella destinazione e sovrascrive i file della destinazione corrispondenti se i file dell’istantanea sono più nuovi.
  • Sempre sostituisce sempre i file della destinazione corrispondenti con i file dell’istantanea selezionati. Questa opzione ripristina tutti i file dall’istantanea selezionati che non esistono nella destinazione e sovrascrive i file della destinazione corrispondenti. L’opzione Sempre sostituisce i file della destinazione corrispondenti con i file dell’istantanea, indipendentemente dal fatto che il file dell’istantanea sia più o meno recente del file della destinazione. Questa opzione è molto utile per ripristinare una versione più vecchia di un file danneggiato dopo la creazione dell’istantanea.

Analisi delle impostazioni di ripristino

La schermata di riepilogo del ripristino visualizza le impostazioni di ripristino specificate nella procedura guidata.

86

  • Ripristino elenca il numero dei file che verranno ripristinati
  • Da elenca il nome del volume, la data e l’ora dell’istantanea, oltre al nome del set di backup che contiene l’istantanea. Se il set di backup è memorizzato su supporti rimovibili, assicurarsi che sia caricato nel dispositivo di backup.
  • Per elenca la destinazione in cui verranno ripristinati i dati.
  • Alcune opzioni specificate nella procedura guidata non sono elencate nella schermata di riepilogo (ad esempio, la corrispondenza e il tipo di ripristino), ma vengono implementate durante il ripristino.

Per modificare una delle impostazioni di ripristino, fare clic su Indietro.

Per avviare il ripristino, fare clic su Avvia.

Controllo del ripristino

Questa schermata include informazioni sulla destinazione di ripristino e informazioni sul progresso dell’operazione di ripristino.

87

  • Rimanenti elenca il numero di file da ripristinare e la dimensione complessiva.
  • Completati elenca il numero dei file già ripristinati e la dimensione complessiva.
  • Tempo rimanente fornisce una stima del tempo che rimane per il completamento del ripristino.

Fare clic su Arresta per fermare l’operazione di ripristino. Fare clic su Sì nella finestra di dialogo di conferma per interrompere l’operazione e uscire dalla procedura guidata.

Il Monitor attività di Retrospect viene eseguito in background e include ulteriori informazioni sull’operazione di ripristino. Per ulteriori informazioni, vedere Monitor attività.

Ripristini riusciti

Se Retrospect ripristina i file selezionati senza rilevare alcun errore, visualizza la schermata Congratulazioni. Passare alla destinazione per vedere i file ripristinati.

Fare clic su Chiudi per uscire dalla procedura guidata.

Se è stato eseguito un ripristino di sistema, è necessario riavviare il computer di destinazione.

Ripristini con errori

Se Retrospect rileva errori durante il ripristino, visualizza una schermata di avviso.

Fare clic sul pulsante Apri registro per visualizzare il Registro operazioni per l’operazione di ripristino. Il registro include informazioni sugli errori rilevati da Retrospect, oltre a informazioni sul numero dei file (se presenti) ripristinati con successo prima dell’errore.

Fare clic su Annulla per uscire dalla procedura guidata.

Ripristino in modalità avanzata

Il ripristino immediato in modalità avanzata include tutte le opzioni disponibili in modalità guidata, oltre ad alcune opzioni aggiuntive. In modalità guidata è possibile:

  • Salvare le impostazioni di ripristino come uno script
  • Effettuare il ripristino utilizzando il metodo “Recupera solo i file”
  • Specificare un’unità di esecuzione da utilizzare per l’operazione di ripristino (se la versione di Retrospect supporta più unità di esecuzione)
  • Impostare alcune opzioni non disponibili in modalità guidata (ad esempio, l’aggiornamento delle date di modifica)

Solitamente, si consiglia di utilizzare la modalità di ripristino che si trova più confortevole, a meno che non sia necessario utilizzare opzioni della modalità avanzata che non sono disponibili in modalità guidata.

Per ripristinare in modalità avanzata, fare clic su Ripristino nella barra di spostamento e quindi fare clic sul pulsante Ripristina. Viene visualizzata la schermata di benvenuto del Ripristino guidato.

Fare clic su Passa alla modalità avanzata.

Per eseguire il ripristino in modalità guidata, vedere Ripristino in modalità guidata

88

Scegliere il tipo di ripristino:

  • Ripristina file e cartelle consente di selezionare file e cartelle specifiche per il ripristino in una nuova cartella nella destinazione, lasciando invariato il resto della destinazione.
  • Ripristina un intero volume seleziona e ripristina tutti i file e le cartelle dall’istantanea di origine alla destinazione, eliminando tutto l’altro contenuto. Ripristina le informazioni relative al registro di sistema e allo stato del sistema (se disponibili).
  • Le precedenti descrizioni rappresentano il comportamento predefinito dei tipi di ripristino. È possibile modificare in seguito tale comportamento cambiando le impostazioni predefinite.

Viene visualizzata la finestra di riepilogo del ripristino immediato.

89

Fare clic sui pulsanti sulla schermata di riepilogo per specificare l’origine, la destinazione e le altre opzioni di ripristino.

Selezione dell’origine

90

Nell’elenco superiore della finestra di selezione dell’origine, selezionare il set di backup da cui eseguire il ripristino. Utilizzare il pulsante Altro se il set di backup richiesto non è presente in elenco.

Nell’elenco inferiore della finestra, selezionare un’istantanea di volume. La data e l’ora dell’istantanea sono visualizzate a destra del nome del volume. Se l’istantanea che si desidera utilizzare non è in elenco, fare clic sul pulsante Aggiungi istantanea per visualizzare un elenco di tutte le istantanee nel set di backup.

Per ripristinare file da un backup diverso da quello più recente, è probabile che sia necessario utilizzare Aggiungi istantanea.

91

Quando si seleziona un’istantanea e si fa clic su Recupera, Retrospect recupera l’istantanea più vecchia dal supporto del set di backup (il che potrebbe richiedere l’inserimento un supporto) e la aggiunge all’elenco nella finestra dell’origine di ripristino.

Il pulsante Recupera è disabilitato quando si seleziona un’istantanea che è già disponibile.

Selezionare l’istantanea desiderata nella finestra di selezione dell’origine e fare clic su OK.

Selezione della destinazione

92

Selezionare un volume su cui si desidera che Retrospect collochi i file ripristinati. Questo volume non deve necessariamente essere il volume originale da cui è stato eseguito il backup dei file; può essere una cartella definita come sottovolume (vedere Sottovolumi) o qualsiasi volume disponibile, compreso uno appartenente a un client della rete (esplorare Risorse del computer, Risorse di rete e Client di backup come descritto in Contenitori).

Scelta del metodo di ripristino dei file

Impostare la casella di riepilogo per determinare il modo in cui i file verranno ripristinati nella destinazione.

Ripristina intero volume fa corrispondere esattamente il disco di destinazione con l’istantanea di origine. Elimina tutti i file e le cartelle della destinazione che non corrispondono a quelli contrassegnati per il ripristino nell’istantanea, lasciando intatti i file identici a quelli contrassegnati per il ripristino. Copia quindi i file e le cartelle restanti dall’istantanea alla destinazione, preservando la gerarchia delle cartelle. Questo è il metodo di ripristino predefinito se si seleziona “Ripristina un intero volume”. Selezionando questo metodo, Retrospect ripristina le informazioni relative al registro di sistema e allo stato del sistema dall’istantanea (se entrambi i volumi, dell’istantanea e della destinazione, sono volumi di sistema) per impostazione predefinita.

Per impedire il blocco del sistema operativo, il metodo Ripristina intero volume non elimina il sistema Active Windows né la cartella di sistema “intoccabile” di un client Mac OS.

Sostituisci file corrispondenti ripristina tutti i file selezionati dall’istantanea che non esistono nella destinazione e sovrascrive i file della destinazione che esistono anche nell’istantanea. Questi file corrispondenti nella destinazione vengono sempre sovrascritti con i file dell’istantanea, indipendentemente dal fatto che i file dell’istantanea siano più o meno recenti rispetto ai file della destinazione. Retrospect lascia intatti i file identici a quelli contrassegnati per il ripristino se i nomi dei file non corrispondono a quelli contrassegnati per il ripristino o se il percorso dei file non è identico. Se si seleziona questo metodo e si sceglie l’opzione di esecuzione Ripristina stato del sistema, Retrospect ripristina le informazioni del registro di sistema e dello stato del sistema dall’istantanea (se sia l’istantanea che la destinazione sono volumi di sistema).

Sostituisci se il backup è più recente ripristina tutti i file selezionati dall’istantanea che non esistono nella destinazione e sovrascrive i file della destinazione solo se i file dell’istantanea corrispondenti sono più recenti. Se si seleziona questo metodo e si sceglie l’opzione di esecuzione Ripristina stato del sistema, Retrospect ripristina le informazioni del registro di sistema e dello stato del sistema dall’istantanea (se sia l’istantanea che la destinazione sono volumi di sistema).

Ripristina solo i file mancanti ripristina tutti i file selezionati dall’istantanea che non esistono sulla destinazione, ma non sovrascrive nessun file presente nella destinazione. I file corrispondenti nella destinazione rimangono intatti. Se si seleziona questo metodo e si sceglie l’opzione di esecuzione Ripristina stato del sistema, Retrospect ripristina le informazioni del registro di sistema e dello stato del sistema dall’istantanea (se sia l’istantanea che la destinazione sono volumi di sistema).

  • Per ripristinare solo il registro di sistema e lo stato del sistema, fare clic su “Ripristina solo i file mancanti”, quindi fare clic su File scelti e assicurarsi che non sia selezionato alcun file, infine fare clic su Opzioni>Altre scelte e selezionare la casella di controllo Ripristina stato del sistema.

Recupera file e cartelle crea una nuova cartella sul volume di destinazione (assegnando alla cartella il nome del set di backup), quindi copia i file selezionati dall’istantanea nella cartella, preservando la struttura. Nessun dato viene sostituito o sovrascritto. Se si seleziona “Ripristina file e cartelle”, questo è il metodo di ripristino predefinito. Questo metodo non ripristina mai le informazioni relative a registro di sistema e stato del sistema.

Recupera solo i file crea una nuova cartella sul volume di destinazione (assegnando alla cartella il nome del set di backup), quindi copia tutti i file selezionati dall’istantanea nella cartella. La struttura delle cartelle dell’istantanea non viene mantenuta. Nessun dato viene sostituito o sovrascritto. Questo metodo non ripristina mai le informazioni relative a registro di sistema e stato del sistema.

La tabella seguente riassume i metodi di ripristino:

Metodo di ripristino

File nell’istantanea ma non nella destinazione

File sia nell’istantanea che nella destinazione

File nella destinazione ma non nell’istantanea

Ripristina intero volume

Ripristinati

Sovrascrive sempre i file di destinazione

Eliminati

Sostituisci i file corrispondenti

Ripristinati

Sovrascrive sempre i file di destinazione

Invariati

Sostituisci se il backup è più recente

Ripristinati

Sovrascrive i file di destinazione se i file dell’istantanea sono più recenti

Invariati

Ripristina solo i file mancanti

Ripristinati

Non sovrascrive mai i file di destinazione

Invariati

Ripristina file e cartelle

Ripristinati in una nuova cartella

Non sovrascrive mai i file di destinazione

Invariati

Ripristina solo i file

Ripristinati in una nuova cartella

Non sovrascrive mai i file di destinazione

Invariati

Dopo aver impostato il metodo di ripristino della destinazione tramite la casella di riepilogo, scegliere OK per continuare. A seconda del tipo e del metodo di ripristino, Retrospect può eseguire la scansione del volume di destinazione e ricercare la corrispondenza dei file dall’istantanea selezionata. Al termine, viene visualizzata la finestra di riepilogo del ripristino.

Riepilogo dell’operazione di ripristino

93

Verificare le scelte per Origine, Destinazione, File scelti e Opzioni. Per modificare le informazioni, fare clic sul pulsante appropriato.

Origine è il set di backup e l’istantanea di volume da cui si desidera ripristinare i file. Fare clic su questo pulsante per utilizzare la finestra di selezione dell’origine per modificare l’origine.

Destinazione è il volume in cui di desidera ripristinare i file. Fare clic per modificare il volume di destinazione o il metodo di ripristino.

File scelti sono i file che si desidera ripristinare dal set di backup. Se si sceglie “Ripristina intero volume”, tutti i file dell’istantanea di origine sono selezionati per impostazione predefinita. Se si sceglie “Ripristina file e cartelle”, nessun file è selezionato per impostazione predefinita. Fare clic su questo pulsante per utilizzare un browser per contrassegnare e deselezionare file e cartelle singole di cui eseguire il ripristino. I browser sono descritti in dettaglio in Scorrimento.

Opzioni consente di impostare diverse opzioni di esecuzione, incluso il ripristino dello stato del sistema e l’aggiornamento delle date di modifica dei file ripristinati. Fare clic su questo pulsante, quindi fare clic su Altre scelte per modificare queste opzioni. Vedere Opzioni di esecuzione per ulteriori informazioni.

Esecuzione del ripristino

Quando Retrospect dispone delle informazioni necessarie per eseguire il ripristino, nella parte superiore della finestra di riepilogo del ripristino verrà visualizzato il messaggio “Pronto per l’esecuzione”. Se le informazioni non sono complete, verrà visualizzato il messaggio “Non pronto per l’esecuzione” e una o più parti delle informazioni fornite dovranno essere modificate.

Il ripristino può distruggere i dati nella destinazione. Assicurarsi di aver scelto il metodo di ripristino corretto.

Assicurarsi che nel dispositivo di backup sia inserito il supporto corretto. Se Retrospect non può accedere al supporto richiesto, verrà visualizzato un messaggio di richiesta supporto.

Se l’edizione di Retrospect supporta più esecuzioni contemporanee, è possibile specificare l’unità di esecuzione da utilizzare per questa operazione (oppure scegliere “Qualsiasi unità di esecuzione”). Effettuare la selezione nella casella combinata della finestra di riepilogo. Per ulteriori informazioni, vedere Assegnazione delle unità di esecuzione.

Fare clic su Ripristina per continuare. Retrospect visualizza la finestra Monitor attività.

Controllo del ripristino

Retrospect esegue il ripristino, visualizzando lo stato di avanzamento dell’operazione nella scheda In esecuzione della finestra Monitor attività ed elencando i nomi dei file man mano che vengono copiati dal supporto del set di backup nella destinazione. La finestra Monitor attività contiene anche i pulsanti per sospendere o annullare il backup.

94

Una volta terminata l’esecuzione, fare clic sulla scheda Cronologia per visualizzare i dati di prestazione per l’operazione di ripristino. Se si sono verificati degli errori, è possibile ottenere ulteriori informazioni facendo clic sul pulsante Errori. Per visualizzare il registro delle operazioni per questa esecuzione, fare clic sul pulsante Registro.

Il registro è descritto in Visualizzazione del registro operazioni.

Quando si esce da Retrospect e si passa al volume di destinazione, è possibile notare che è cambiato per riflettere i file ripristinati. L’entità della modifica può andare da una nuova cartella sul volume a un volume completamente ristrutturato a partire da un ripristino dell’intero volume, a seconda del metodo di ripristino della destinazione e delle opzioni.

Il desktop di un client Mac OS deve essere aggiornato dopo un ripristino di grandi dimensioni, come quello di un intero volume. Riavviare il Macintosh mentre si tengono premuti i tasti Comando e Opzione per ricostruire il Desktop.

Script di ripristino

Quando la finestra di riepilogo del ripristino è attiva, è possibile fare clic sul pulsante Pianifica per salvare le informazioni e le impostazioni di ripristino immediato sotto forma di script. Lo script può quindi essere utilizzato per eseguire operazioni di ripristino.

Vedere Operazioni automatizzate.

Ripristino mediante ricerca

Mentre il ripristino mediante istantanea consente di eseguire il ripristino di file da un particolare backup e da un’ora e una data specifica, il ripristino mediante ricerca consente di recuperare uno o più file indipendentemente dalla data del backup. Il ripristino mediante ricerca consente di ricercare più set di backup contemporaneamente, operazione utile se non si è sicuri quale set di backup contiene i file che si desidera ripristinare. La ricerca funziona meglio quando si conoscono attributi specifici dei file desiderati, come nome o tipo di file. Se si desidera visualizzare tutte le versioni di backup di un particolare file, eseguire la ricerca per nome, quindi ripristinare la versione desiderata.

Il ripristino mediante ricerca non ripristina autorizzazioni NTFS, privilegi di condivisione file AppleShare o Mac OS o informazioni relative al registro di sistema e allo stato del sistema. Questi elementi devono essere ripristinati mediante un’istantanea.

Per iniziare a configurare un ripristino mediante ricerca, fare clic su Ripristino, dalla barra di spostamento, quindi fare clic su Trova file. Verrà visualizzata la finestra di dialogo Selezione set di backup.

Selezione dei set di backup da ricercare

95

Selezionare uno o più set di backup da ricercare. Se il set di backup desiderato non è in elenco, fare clic sul pulsante Altro. Scegliere OK per continuare. Viene visualizzata la finestra Selezione destinazione.

Selezione della destinazione

96

Selezionare un volume su cui si desidera che Retrospect collochi i file ripristinati. Questo volume non deve necessariamente essere il volume originale da cui è stato eseguito il backup dei file; può essere una cartella definita come sottovolume (vedere Sottovolumi) o qualsiasi volume disponibile, compreso uno appartenente a un client della rete (esplorare Risorse del computer, Risorse di rete e Client di backup come descritto in Contenitori).

Scelta del metodo di ripristino dei file

Impostare la casella di riepilogo per determinare il modo in cui i file verranno ripristinati nella destinazione. L’impostazione predefinita è “Recupera file e cartelle”.

Ripristina intero volume sostituisce il volume di destinazione con i file del set di backup di origine selezionati che soddisfano i criteri di ricerca. Elimina tutti i file e le cartelle della destinazione che non corrispondono a quelli contrassegnati per il ripristino nell’istantanea, lasciando intatti i file identici a quelli contrassegnati per il ripristino. Copia quindi i file e le cartelle restanti dall’istantanea alla destinazione, preservando la gerarchia delle cartelle.

Per impedire il blocco del sistema operativo, il metodo Ripristina intero volume non elimina il sistema Active Windows né la cartella di sistema “intoccabile” di un client Mac OS.

Sostituisci file corrispondenti ripristina tutti i file del set di backup di origine selezionati che soddisfano i criteri di ricerca e non esistono nella destinazione. I file che esistono nella destinazione e si trovano anche nel set di backup di origine e soddisfano i criteri di ricerca vengono sempre sovrascritti. Retrospect lascia intatti i file identici a quelli contrassegnati per il ripristino se i nomi dei file non corrispondono a quelli contrassegnati per il ripristino o se il percorso dei file non è identico.

Sostituisci se il backup è più recente ripristina tutti i file del set di backup di origine selezionati che soddisfano i criteri di ricerca e non esistono nella destinazione. I file che esistono nella destinazione, si trovano anche nel set di backup di origine e soddisfano i criteri di ricerca, vengono sovrascritti solo se i file del set di backup sono più recenti.

Ripristina solo i file mancanti ripristina tutti i file del set di backup di origine selezionati che soddisfano i criteri di ricerca e non esistono nella destinazione. I file che esistono nella destinazione, si trovano anche nel set di backup di origine e soddisfano i criteri di ricerca non vengono mai sovrascritti.

Recupera file e cartelle crea una nuova cartella sul volume di destinazione (assegnando alla cartella il nome del set di backup), quindi copia nella cartella i file del set di backup di origine selezionati che soddisfano i criteri di ricerca, preservando la gerarchia della cartella dell’istantanea. Nessun dato viene sostituito o sovrascritto.

Recupera solo i file crea una nuova cartella sul volume di destinazione (assegnando alla cartella il nome del set di backup), quindi copia nella cartella tutti i file selezionati del set di backup di origine che soddisfano i criteri di ricerca. La struttura delle cartelle dell’istantanea non viene mantenuta. Nessun dato viene sostituito o sovrascritto.

Dopo aver impostato il metodo di ripristino tramite la casella combinata, fare clic su OK. Retrospect visualizza la finestra di ricerca e recupero.

Specifica dei criteri di ricerca

97

Se si desidera ripristinare tutti i file da tutte le origini, scegliere OK.

In caso contrario, utilizzare i controlli e immettere il testo per definire i criteri di ricerca sui nomi di file o cartelle, oppure fare clic su Altre scelte per creare un selettore personalizzato con altri criteri di ricerca. Questa finestra è descritta in dettaglio in Ricerca di file mentre i selettori sono descritti in Utilizzo dei selettori.

Una volta definiti i criteri di ricerca, scegliere OK. Retrospect esegue la ricerca in ciascun set di backup di origine prima di visualizzare la finestra di riepilogo.

98

I criteri di selezione dei file sono riportati accanto alla voce Ricerca File scelti visualizza il numero totale dei file in ogni set di backup di origine che soddisfano i criteri di ricerca.

Scelta dei file da ripristinare

Fare clic su File scelti per aprire un browser in cui sono elencati i file che soddisfano i criteri di ricerca. È possibile deselezionare e contrassegnare manualmente questi file per il ripristino. Per ulteriori informazioni, vedere Spunta di file e cartelle. I file contrassegnati verranno ripristinati all’esecuzione dell’operazione.

A seconda dei criteri di ricerca, è possibile che nel browser siano elencate più versioni di un particolare file. È possibile, ad esempio, che un file sia stato modificato giornalmente e copiato ogni giorno per un certo periodo di tempo. Utilizzare le date di backup o modifica per determinare quale versione si desidera ripristinare.

Modifica dei criteri di ricerca

Se i file desiderati non sono visualizzati, è possibile chiudere il browser e tornare alla finestra di riepilogo per ridefinire i criteri di ricerca facendo clic sul pulsante Ricerca. Se si modificano i criteri di ricerca, verrà visualizza una finestra di dialogo in cui viene chiesto se si desidera eseguire una nuova ricerca, restringere la ricerca esistente o allargare la ricerca esistente.

99

Nuova sostituisce i risultati della ricerca precedente con i risultati della nuova ricerca.

Restringi utilizza i nuovi criteri per limitare ulteriormente la selezione.

Allarga utilizza i nuovi criteri per aggiungere file alla selezione corrente.

Selezionare un tipo di ricerca, quindi fare clic su OK per tornare alla finestra di riepilogo e ripetere il processo fino a quando non sono stati scelti tutti i file desiderati.

Esecuzione del ripristino

Se Retrospect dispone delle informazioni necessarie, nella parte superiore della finestra di riepilogo della ricerca e del ripristino verrà visualizzato il messaggio “Pronto per l’esecuzione”. Se le informazioni non sono complete, verrà visualizzato il messaggio “Non pronto per l’esecuzione” e una o più parti delle informazioni fornite dovranno essere modificate.

Il ripristino può distruggere i dati nella destinazione. Assicurarsi di aver scelto il metodo di ripristino corretto.

Assicurarsi che nel dispositivo di backup sia inserito il supporto corretto. Se il supporto non è disponibile, verrà visualizzata una finestra di richiesta.

Se l’edizione di Retrospect supporta più esecuzioni contemporanee, è possibile specificare l’unità di esecuzione da utilizzare per questa operazione (oppure scegliere “Qualsiasi unità di esecuzione”). Effettuare la selezione nella casella combinata della finestra di riepilogo. Per ulteriori informazioni, vedere Assegnazione delle unità di esecuzione.

Fare clic su Recupera per continuare.

Controllo del ripristino

Retrospect esegue il ripristino, visualizzando lo stato di avanzamento dell’operazione nella , che comprende i pulsanti per sospendere o interrompere l’esecuzione.

100

Una volta terminata l’esecuzione, fare clic sulla scheda Cronologia per visualizzare i dati di prestazione per l’operazione di ripristino. Se si sono verificati degli errori, è possibile ottenere maggiori informazioni facendo clic sul pulsante Errori. Per visualizzare il registro delle operazioni per questa esecuzione, fare clic sul pulsante Registro.

Il registro è descritto in Visualizzazione del registro operazioni.

Quando si esce da Retrospect e si passa al volume di destinazione, è possibile notare che è cambiato per riflettere i file ripristinati.

Il desktop di un client Mac OS deve essere aggiornato dopo un ripristino di grandi dimensioni. Riavviare il Macintosh mentre si tengono premuti i tasti Comando e Opzione per ricostruire il Desktop.

Duplicazione

Una duplicazione immediata copia i file selezionati nel relativo formato file nativo da un’unità o cartella a un’altra. Dopo un’operazione di duplicazione, l’unità di destinazione contiene una copia esatta di tutti i file e le cartelle duplicati. È possibile aprire, modificare e lavorare con i file.

I file e le cartelle vengono copiati senza compressione e i file crittografati rimangono crittografati.

Retrospect consente di duplicare i file da un’unità all’altra o di duplicare i file sulla stessa unità da una cartella all’altra. Il processo di duplicazione viene ottimizzato copiando solo i file che non esistono sulla destinazione.

Esistono sono due modi per configurare una duplicazione immediata. È possibile utilizzare la Duplicazione guidata di Retrospect, che guida attraverso il processo di configurazione di una duplicazione o è possibile configurare la duplicazione manualmente in modalità avanzata. La modalità avanzata offre opzioni non disponibili nella procedura guidata. Per ulteriori informazioni, vedere:

Duplicazione in modalità guidata

La Duplicazione guidata è un modo semplice per configurare e modificare le operazioni di duplicazione immediate. Per avviare la Duplicazione guidata, fare clic su Backup nella barra di spostamento e quindi sul pulsante Duplica.

Se appare la schermata di riepilogo della duplicazione in modalità avanzata, fare clic su Passa in modalità guidata.

Schermata di benvenuto

Se è la prima volta che si configura una duplicazione, fare clic su Avanti per continuare a utilizzare la Duplicazione guidata. Per configurare la duplicazione in modalità avanzata, fare clic su Passa alla modalità avanzata. Per ulteriori informazioni, vedere Duplicazione in modalità avanzata.

101

Se è stata configurato precedentemente una duplicazione, la schermata di benvenuto visualizza le impostazioni attuali. Per ulteriori informazioni, vedere Modifica delle impostazioni di duplicazione.

Scelta degli elementi da duplicare

È ora possibile selezionare un’unità o una cartella specifica da duplicare.

102

Fare clic su un’unità o su una cartella per selezionarla. In questo modo si deseleziona qualsiasi altra unità o cartella selezionata.

È possibile selezionare un’unità o una cartella da uno qualunque dei contenitori elencati in questa schermata: Risorse del computer, Risorse di rete o Client di backup.

  • Per aggiungere client Retrospect al contenitore Client di backup, fare clic su Aggiungi client.
  • Per aggiungere volumi di rete al contenitore Risorse di rete, fare clic su Aggiungi volumi di rete.
  • Per visualizzare le cartelle su un’unità, selezionare l’unità e fare clic su Mostra cartelle.

Per ulteriori informazioni, vedere Contenitori.

Scelta dei tipi di file da duplicare

Selezionare la casella di controllo per ogni tipo di file che si desidera duplicare. Se si selezionano tutte le caselle di controllo, verranno duplicati tutti i file (tranne i file della cache).

Alcune opzioni funzionano in modo differente con computer Windows, Mac OS e Linux. Di seguito viene descritto il modo in cui tali opzioni interagiscono con computer Windows. Per apprendere come queste opzioni funzionano con altri sistemi operativi, vedere Selettori incorporati.

103

  • Documents and Settings duplica i file nella cartella Documents and Settings, che contiene le cartelle Documenti, Preferiti, Dati applicazioni e Desktop di tutti gli utenti.
  • Per i sistemi Windows 9x, l’opzione “Documents and Settings” duplica la cartella “Profili”.
  • Sistema operativo e Applicazioni duplica i file di sistema, inclusa la cartella Windows e lo stato del sistema. Duplica inoltre i file delle applicazioni, incluso tutto il contenuto della cartella Programmi e i file con estensioni riconosciute come di applicazione (ad esempio .exe e .dll) in qualsiasi ubicazione dell’origine.
  • Se si sceglie di non eseguire il backup di “Sistema operativo e applicazioni”, Retrospect modifica alcune delle opzioni di esecuzione predefinite. Retrospect disattiva le opzioni “Backup dello stato del sistema” e “Backup delle informazioni di protezione per le cartelle delle stazioni di lavoro”. Per ulteriori informazioni, vedere Opzioni di sistema Windows e Opzioni di protezione Windows.
  • Immagini duplica tutti i file nella cartella Documenti\Immagini per tutti gli utenti. Duplica inoltre i file con estensioni di immagine comuni (ad esempio .jpg) in qualsiasi ubicazione nell’origine, ad eccezione delle cartelle Windows e Programmi.
  • Musica duplica tutti i file nella cartella Documenti\Musica per tutti gli utenti. Duplica anche i file con estensioni audio comuni (ad esempio .wma e .mp3) in qualsiasi ubicazione dell’origine, ad eccezione delle cartelle Windows e Programmi.
  • Video duplica tutti i file nella cartella Documenti\Video per tutti gli utenti. Duplica anche i file con estensioni video comuni (ad esempio .mov) in qualsiasi ubicazione dell’origine, ad eccezione delle cartelle Windows e Programmi.
  • Documenti di Office duplica i documenti Microsoft Office, i dati di Microsoft Outlook e i file Adobe PDF in qualsiasi ubicazione dell’origine, ad eccezione delle cartelle Windows e Programmi.
  • Tutti gli altri file, duplica tutti i file non selezionati dalle altre opzioni.
  • Le opzioni Documents and Settings e Sistema operativo e Applicazioni non sono disponibili se si duplica una cartella.

Scelta della destinazione

Selezionare un’unità o una cartella di cui si desidera duplicare i file.

  • La destinazione non può essere la stessa unità o cartella da cui vengono duplicati i file. È possibile eseguire la duplicazione in cartelle differenti sulla stessa unità o con nomi identici su unità differenti.

I pulsanti Aggiungi client, Aggiungi volumi di rete e Mostra cartelle di questa schermata funzionano in modo analogo ai medesimi pulsanti nella schermata “Che cosa si vuole duplicare?”. Vedere Scelta degli elementi da duplicare.

Facendo clic su Avanti, Retrospect visualizza una finestra di dialogo che avvisa che i file della cartella o dell’unità di destinazione verranno completamente sostituiti con i file selezionati per la duplicazione.

Assicurarsi che la destinazione non contenga nessun file importante prima di effettuare la duplicazione. Qualsiasi file già esistente nella destinazione verrà perso e sostituito con i file selezionati per la duplicazione. Per sicurezza, creare una nuova cartella nell’unità di destinazione ed effettuare la duplicazione in tale cartella.

Fare clic su Sostituisci per rimuovere l’avvertimento e continuare a configurare la duplicazione.

Scelta del momento in cui effettuare la duplicazione

Per duplicazioni immediate, selezionare Adesso.

Se si desidera configurare una duplicazione in base a una pianificazione, selezionare In seguito.

La procedura per configurare una duplicazione per l’esecuzione in seguito è descritta in Creazione di uno script di duplicazione in modalità guidata, cominciando con Scelta del momento in cui effettuare la duplicazione.

Analisi delle impostazioni di duplicazione

La schermata di riepilogo della duplicazione visualizza le impostazioni di duplicazione specificate nella procedura guidata.

104

  • Origine elenca l’unità o la cartella da duplicare
  • Selezione elenca i tipi di file da duplicare
  • Destinazione elenca il nome dell’unità o della cartella in cui verranno copiati i dati

Per modificare una qualunque delle impostazioni di duplicazione, fare clic su Indietro.

Per avviare la duplicazione, fare clic su Avvia adesso

Controllo della duplicazione

Dopo aver fatto clic su Avvia adesso, Retrospect esce dalla Duplicazione guidata e visualizza il Monitor attività, come per una duplicazione immediata eseguita in modalità avanzata. Per ulteriori informazioni, vedere Controllo della duplicazione.

Modifica delle impostazioni di duplicazione

Retrospect ricorda automaticamente le impostazioni più recenti specificate per una duplicazione immediata. Per visualizzare e modificare quelle impostazioni, scegliere Backup>Duplica nella barra di spostamento.

105

Se appare la schermata di riepilogo della duplicazione in modalità avanzata, fare clic su Passa in modalità guidata.

Per eseguire una nuova duplicazione con le stesse impostazioni, fare clic su Avvia adesso.

Per modificare le impostazioni, selezionare “Modifica queste impostazioni” e fare clic su Avanti. Modificare le impostazioni in modalità guidata è quasi come crearle per la prima volta. Per ulteriori informazioni, vedere Duplicazione in modalità guidata.

Per modificare le impostazioni in modalità avanzata, fare clic su “Passa alla modalità avanzata”. Per ulteriori informazioni, vedere Cambio da modalità guidata a modalità avanzata.

Cambio da modalità guidata a modalità avanzata

Per accedere a opzioni avanzate che non sono disponibili in modalità guidata, fare clic su “Passa alla modalità avanzata” dalla schermata di benvenuto.

Se non è stata configurata precedentemente una duplicazione, è possibile procedere come descritto in Duplicazione in modalità avanzata.

Se è stata configurata precedentemente una duplicazione, Retrospect ricorda le impostazioni e le visualizza nella finestra di riepilogo della modalità avanzata.

  • Tutte le opzioni della modalità guidata sono disponibili nella modalità avanzata. Se si passa dalla modalità guidata alla modalità avanzata, tali opzioni vengono fatte corrispondere direttamente alle opzioni equivalenti.

Duplicazione in modalità avanzata

La duplicazione in modalità avanzata fornisce l’accesso ad alcune efficaci opzioni di Retrospect che non sono disponibili in modalità guidata. In modalità guidata è possibile:

  • Accedere a un maggior numero di selettori predefiniti
  • Creare e applicare selettori personalizzati
  • Visualizzare in anteprima e selezionare file specifici da duplicare
  • Scegliere un metodo di duplicazione
  • Impostare numerose opzioni aggiuntive non disponibili in modalità guidata

Per configurare una duplicazione immediata in modalità avanzata, fare clic su Backup nella barra di spostamento e quindi sul pulsante Duplica.

Se appare la schermata di benvenuto della Duplicazione guidata, fare clic su Passa alla modalità avanzata. Viene visualizzata la finestra di riepilogo Duplicazione immediata.

106

Fare clic sui pulsanti della schermata di riepilogo per specificare origine, destinazione e altre opzioni di backup.

Scelta del volume di origine

Nella finestra di riepilogo della duplicazione immediata, fare clic sul pulsante Origine per visualizzare la finestra di selezione dell’origine.

107

Selezionare il volume di origine da cui verranno copiati i file e scegliere OK. Per ulteriori dettagli sull’utilizzo della finestra di selezione dell’origine, vedere Come lavorare con i volumi.

Scelta della destinazione

Nella finestra di riepilogo della duplicazione immediata, fare clic sul pulsante Origini per visualizzare la finestra di selezione dell’origine.

108

Selezionare un volume di destinazione e scegliere un metodo di duplicazione dalla casella di riepilogo.

Sostituisci l’intero volume sostituisce l’intero contenuto del volume di destinazione con i file e le cartelle selezionate del volume di origine. I file identici già presenti sulla destinazione non verranno duplicati.

Sostituisci file corrispondenti copia i file e le cartelle selezionati nel volume di destinazione. Quando Retrospect trova un file che esiste sia nell’origine che nella destinazione, il file di destinazione viene sempre sovrascritto. Retrospect lascia i file intatti se sono identici ai file contrassegnati per la duplicazione o se i nomi e le ubicazioni dei file non corrispondono a quelli contrassegnati.

Sostituisci se l’origine è più recente copia i file e le cartelle selezionate nel volume di destinazione. Quando Retrospect trova un file che esiste sia sull’origine che sulla destinazione, il file di destinazione viene sovrascritto solo se il file di origine è più recente. Retrospect lascia i file intatti se sono identici ai file contrassegnati per la duplicazione o se i nomi e le ubicazioni dei file non corrispondono a quelli contrassegnati.

Duplica solo i file mancanti copia solo i file e le cartelle selezionate non esistenti sul volume di destinazione. Gli altri file e le altre cartelle della destinazione rimangono intatti.

Dopo aver selezionato il volume e impostato la voce della casella di riepilogo, fare clic su OK.

Impostazione di opzioni aggiuntive

Dopo avere specificato il volume di origine di cui eseguire la duplicazione e il volume di destinazione in cui sarà copiato, utilizzare la finestra di riepilogo della duplicazione immediata per verificare le scelte e impostare opzioni aggiuntive.

109

Per apportare modifiche, fare clic sul pulsante appropriato.

Origine permette di cambiare il volume o la cartella di origine.

Destinazione permette di scegliere un volume o una cartella differente come destinazione.

Selezione permette di scegliere un selettore, un tipo di filtro per selezionare i file e le cartelle da trasferire. (I selettori sono descritti in dettaglio in Utilizzo dei selettori). Il selettore predefinito è “Tutti i file tranne i file nella cache”, che consente di duplicare tutti i file dell’origine.

File scelti effettua la scansione del volume di origine e determina i file da duplicare, confrontando i file di origine con i file già esistenti nella destinazione. Al termine della scansione, viene aperta una finestra del browser in cui è visualizzato un elenco dei file del volume di origine contrassegnati per la duplicazione. Può essere utilizzata per contrassegnare e deselezionare singoli file e cartelle da duplicare.

I browser sono descritti in Scorrimento. Quando si chiude il browser, nella finestra di riepilogo vengono mostrate le informazioni relative ai file selezionati.

Opzioni visualizza la finestra delle opzioni di base, in cui è possibile attivare o disattivare la verifica e scegliere se aggiornare o meno il rapporto sul backup. Per ulteriori informazioni, vedere Opzioni di esecuzione duplicazione.

110

Fare clic sul pulsante Altre scelte per accedere a molte altre opzioni. Per ulteriori informazioni, vedere Opzioni di esecuzione.

Esecuzione della duplicazione

Se Retrospect ha le informazioni necessarie, segnala “Pronto per l’esecuzione” all’inizio della finestra di riepilogo della duplicazione immediata. Se le informazioni non sono complete, verrà visualizzato il messaggio “Non pronto per l’esecuzione” e una o più parti delle informazioni fornite dovranno essere modificate.

Se l’edizione di Retrospect supporta più esecuzioni contemporanee, è possibile specificare l’unità di esecuzione da utilizzare per questa operazione (oppure scegliere “Qualsiasi unità di esecuzione”). Effettuare la selezione nella casella combinata della finestra di riepilogo. Per ulteriori informazioni, vedere Assegnazione delle unità di esecuzione.

Fare clic su Duplica per continuare.

La duplicazione può distruggere i dati della destinazione. Assicurarsi che sia accettabile cancellare o sostituire i file del volume di destinazione.

Controllo della duplicazione

La finestra Monitor attività mostra lo stato di avanzamento dell’operazione di duplicazione e contiene i pulsanti per sospendere o interrompere l’esecuzione.

111

Quando l’esecuzione è terminata, fare clic sulla scheda Cronologia per visualizzare i dati di prestazione dell’operazione di duplicazione. Se si sono verificati degli errori, è possibile ottenere maggiori informazioni facendo clic sul pulsante Errori. Per visualizzare il registro delle operazioni per questa esecuzione, fare clic sul pulsante Registro.

Il registro è descritto in Visualizzazione del registro operazioni.

Modifica delle impostazioni di duplicazione

Retrospect ricorda automaticamente le impostazioni più recenti specificate per una duplicazione immediata. Per visualizzare e modificare quelle impostazioni, scegliere Backup>Duplica nella barra di spostamento.

112

Se appare la schermata di riepilogo della duplicazione guidata, fare clic su Passa alla modalità avanzata.

Per duplicare nuovamente con le stesse impostazioni, fare clic su Duplica.

Per modificare le impostazioni, fare clic sui pulsanti per modificare l’origine, la destinazione, i criteri di selezione dei file e le opzioni. Modificare le impostazioni nella modalità avanzata è quasi come crearle per la prima volta. Per ulteriori informazioni, vedere Duplicazione in modalità avanzata.

Per modificare le impostazioni nella modalità guidata, fare clic su “Passa in modalità guidata”. Per ulteriori informazioni, vedere Cambio dalla modalità avanzata alla modalità guidata.

Duplicazione mediante script

Per automatizzare le duplicazioni in modo che possano essere eseguite quando il computer non è in uso (ad esempio di notte, quando non si è al lavoro), è possibile usare la funzionalità di script di Retrospect per configurare e pianificare le duplicazioni.

Nella finestra di riepilogo della duplicazione immediata, fare clic sul pulsante Pianifica per salvare le informazioni e le impostazioni della duplicazione immediata sotto forma di script. È possibile quindi aggiungere una pianificazione allo script per compiere operazioni automatiche e non assistite.

Vedere Pianificazione degli script.

Cambio dalla modalità avanzata alla modalità guidata

Solitamente, Retrospect, Inc. consiglia di modificare le duplicazioni immediate nello stesso modo in cui sono state create. Naturalmente, è possibile passare da una modalità all’altra e, in tal caso, è importante conoscere il modo in cui Retrospect gestisce le opzioni avanzate non disponibili nella modalità guidata.

Per ritornare in modalità guidata in qualsiasi momento, fare clic su “Passa in modalità guidata” nella finestra di riepilogo della modalità avanzata.

Se sono state apportate modifiche alle impostazioni di duplicazione, Retrospect chiede se si intende salvare tali modifiche prima di passare all’altra modalità.

113

Se non sono state apportate modifiche, Retrospect visualizza la schermata di benvenuto della modalità guidata con un riepilogo delle attuali impostazioni di duplicazione.

Poiché la modalità avanzata include opzioni non disponibili in modalità guidata, Retrospect deve mantenere tali impostazioni o rifiutarle. Esistono alcune opzioni importanti da considerare:

Metodo di duplicazione

Quando si sceglie la destinazione nella modalità avanzata, Retrospect consente di specificare il metodo di copia dei file. È possibile scegliere:

  • Sostituisci l’intero volume
  • Sostituisci i file corrispondenti
  • Sostituisci se l’origine è più recente
  • Duplica solo i file mancanti

Non è possibile specificare un metodo di duplicazione nella modalità guidata; tale modalità utilizza sempre il metodo Sostituisci l’intero volume.

Per ulteriori informazioni sulle differenze tra i metodi di duplicazione, vedere Scelta della destinazione.

Selettori

La modalità avanzata include diversi selettori predefiniti che non sono disponibili in modalità guidata. Inoltre, nella modalità avanzata è possibile creare e utilizzare selettori personalizzati.

Se si sceglie un selettore che non è disponibile in modalità guidata e si fa clic su “Passa in modalità guidata”, Retrospect mantiene il selettore avanzato e lo applica all’esecuzione della duplicazione.

In queste situazioni, nella schermata di benvenuto della modalità guidata è visualizzato (Creato in modalità avanzata) nel campo Selezione.

114

Inoltre, modificando le impostazioni di duplicazione, nella schermata “Quali tipi di file si vogliono duplicare?” appare una nuova opzione.

115

  • Scegliere “Mantieni la selezione in modalità avanzata” per mantenere il selettore avanzato.
  • Scegliere “Seleziona i seguenti” e selezionare una nuova opzione per rifiutare il selettore avanzato e utilizzarne uno nuovo.

Opzioni di esecuzione

La modalità avanzata include molte opzioni di esecuzione che non sono disponibili in modalità guidata, ad esempio la verifica.

Se si sceglie un’opzione di esecuzione che non è disponibile in modalità guidata e quindi si fa clic su “Passa in modalità guidata”, Retrospect mantiene l’opzione di esecuzione avanzata e la applica all’esecuzione della duplicazione.

La schermata di benvenuto della modalità guidata non indica se la duplicazione include opzioni di esecuzione avanzate o meno. L’unico modo per verificarlo è passare alla modalità avanzata ed esaminare le impostazioni delle opzioni.

Selezione manuale di file

In modalità avanzata, è possibile fare clic sul pulsante File scelti e specificare file e cartelle specifiche da duplicare. Se si compie tale operazione, la finestra di riepilogo della modalità avanzata visualizza Selezione manuale nel campo Selezione.

116

Se si applica una selezione manuale e si fa clic su “Passa in modalità guidata”, Retrospect rifiuta la selezione. Non è possibile effettuare una selezione manuale in modalità guidata.

Unità di esecuzione

Se l’edizione di Retrospect supporta più esecuzioni contemporanee, è possibile specificare l’unità di esecuzione da utilizzare per questa operazione (oppure scegliere “Qualsiasi unità di esecuzione”).

Se si sceglie un’unità di esecuzione specifica (non “Qualsiasi unità di esecuzione”) e si fa clic su “Passa in modalità guidata”, Retrospect mantiene le informazioni relative all’unità di esecuzione e utilizza l’unità di esecuzione specifica quando si esegue la duplicazione.

La schermata di benvenuto della modalità guidata non indica se la duplicazione specifica o meno un’unità di esecuzione. L’unico modo per verificarlo è passare alla modalità avanzata ed esaminare le impostazioni.

Trasferimento dei set di backup

La funzione di trasferimento dei set di backup di Retrospect copia tutti i file e le istantanee da uno o più set di backup in un solo set di backup nuovo o già esistente. Può essere utilizzata per:

  • Clonare un set di backup
  • Proteggere da malfunzionamenti dei supporti
  • Consentire l’archiviazione fuori sede
  • Avviare un nuovo ciclo di backup
  • Unire più set di backup in un solo set di backup

Come con le operazioni di backup, il trasferimento dei set di backup, per impostazione predefinita, fa corrispondere i file nell’origine ai file già nella destinazione e copia solamente i file necessari. Le istantanee e i file esistenti sulla destinazione rimangono intatti.

La funzione di trasferimento dei set di backup non dispone di una funzione di anteprima. È necessario fare affidamento sui selettori anziché scegliere i file manualmente.

Per trasferire i file da un set di backup all’altro, è necessario avere un’unità nastro o CD/DVD separata per ciascun set di backup, anche se entrambi i set di backup si trovano sullo stesso tipo di supporto. Nel caso di set di backup su disco o su file non è necessario avere dispositivi separati.

Se non si dispone di unità separate per ogni set di backup, è possibile trasferire temporaneamente i file in un set di backup su disco rigido per poi trasferire il set di backup su file al set di backup di destinazione.

Per trasferire i file tra set di backup, fare clic su Strumenti>Trasferisci set di backup. Viene visualizzata la finestra di riepilogo Trasferimento set di backup.

117

La procedura di base per il trasferimento di set di backup è la seguente:

Selezione dei set di backup di origine

Nella finestra Backup immediato, fare clic sul pulsante Origini per visualizzare la finestra di selezione del set di backup.

118

Selezionare uno o più set di backup di origine e fare clic su OK.

  • Il trasferimento di set di backup copia tutte le istantanee e i file associati dai set di backup di origine al set di backup di destinazione. Ciò è differente dal trasferimento di istantanee, che copia solo le istantanee attive e i file associati. Per ulteriori informazioni, vedere Trasferimento di istantanee.

Selezione del set di backup di destinazione

Nella finestra di riepilogo del trasferimento di set di backup, fare clic su Destinazione.

Selezionare il set di backup di destinazione e fare clic su OK. Se gli unici set di backup elencati nella finestra sono già specificati come origine o se non si intende utilizzare nessun set di backup elencato come destinazione, fare clic su Crea nuovo per creare un nuovo set di backup. Per ulteriori informazioni, vedere Creazione di set di backup.

Selezione dei file da trasferire

Per impostazione predefinita, Retrospect trasferisce tutti i file dai set di backup di origine al set di backup di destinazione. Per trasferire un sottoinsieme di tutti i file, fare clic su Selezione nella finestra di riepilogo del trasferimento di set di backup.

Scegliere un selettore dall’elenco o fare clic su Altre scelte per creare un selettore personalizzato. I selettori sono una sorta di filtro per selezionare i file e le cartelle da trasferire. I selettori sono descritti in dettaglio in Utilizzo dei selettori.

Fare clic su OK una volta terminato.

Impostazione di opzioni aggiuntive

Retrospect include numerose opzioni di esecuzione specifiche per i trasferimenti di set di backup.

Fare clic su Opzioni nella finestra di riepilogo del trasferimento di set di backup per modificare le impostazioni predefinite per la copia di istantanee, la verifica supporti, la compressione dati, il riciclo del set di backup di origine e altre opzioni.

119

Per ulteriori informazioni su queste opzioni, vedere Opzioni di esecuzione trasferimento.

Fare clic sul pulsante Altre scelte per accedere ad altre opzioni. Per ulteriori informazioni, vedere Opzioni di esecuzione.

Esecuzione del trasferimento di set di backup

Se Retrospect dispone delle informazioni necessarie, nella parte superiore della finestra di riepilogo del trasferimento di set di backup verrà visualizzato il messaggio “Pronto per l’esecuzione”. Se le informazioni non sono complete, verrà visualizzato il messaggio “Non pronto per l’esecuzione” e una o più parti delle informazioni fornite dovranno essere modificate.

Se l’edizione di Retrospect supporta più esecuzioni contemporanee, è possibile specificare l’unità di esecuzione da utilizzare per questa operazione (oppure scegliere “Qualsiasi unità di esecuzione”). Effettuare la selezione nella casella combinata della finestra di riepilogo. Per ulteriori informazioni, vedere Assegnazione delle unità di esecuzione.

Fare clic su Trasferisci per continuare. Retrospect esegue l’operazione di trasferimento, visualizzando lo stato di avanzamento in Monitor attività.

120

È possibile che venga chiesto di inserire un supporto.

Una volta terminata l’esecuzione, fare clic sulla scheda Cronologia per visualizzare i dati relativi alle prestazioni per l’operazione di trasferimento. Se si sono verificati degli errori, è possibile ottenere maggiori informazioni facendo clic sul pulsante Errori. Per visualizzare il registro delle operazioni per questa esecuzione, fare clic sul pulsante Registro.

Il registro è descritto in Visualizzazione del registro operazioni.

Trasferimento di set di backup mediante script

Quando una finestra di riepilogo del trasferimento di set di backup è attiva, è possibile fare clic sul pulsante Pianifica per salvare le informazioni e le impostazioni di trasferimento sotto forma di script. Lo script può quindi essere utilizzato per eseguire operazioni di trasferimento.

Vedere Operazioni automatizzate.

Trasferimento di istantanee

La funzione Trasferisci istantanee di Retrospect copia le istantanee e i file associati da un set di backup a un set di backup nuovo o già esistente. Può essere utilizzata per:

  • Avviare un nuovo set di backup con un backup completo sintetico
  • Creare un set di backup di recupero di emergenza fuori sede
  • Avviare un nuovo ciclo di backup con un backup completo

Trasferisci istantanee differisce da Trasferisci set di backup in diversi fattori Trasferisci istantanee :

  • Può avere un solo set di backup come origine; Trasferisci set di backup può avere più origini.
  • Trasferisce solo le istantanee attive Snapshots; Trasferisci set di backup trasferisce tutte le istantanee.
  • Fornisce differenti metodi per selezionare le istantanee da trasferire; Trasferisci set di backup trasferisce sempre tutte le istantanee.

Per impostazione predefinita, il trasferimento di istantanee fa corrispondere i file nell’origine con quelli già esistenti nella destinazione e copia solo i file necessari. Le istantanee e i file esistenti sulla destinazione rimangono intatti.

La funzione Trasferisci istantanee non dispone di una funzione di anteprima. È necessario fare affidamento sui selettori anziché scegliere i file manualmente.

Per copiare i file da un set di backup all’altro, è necessario avere un’unità nastro o CD/DVD separata per ciascun set di backup, anche se entrambi i set di backup si trovano sullo stesso tipo di supporto. Nel caso di set di backup su disco o su file non è necessario avere dispositivi separati.

Se non si dispone di unità separate per ogni set di backup, è possibile trasferire temporaneamente i file in un set di backup su disco rigido e quindi trasferire le istantanee del set di backup su disco al set di backup di destinazione definitivo.

Trasferimento di istantanee e backup sintetici completi

La funzionalità di trasferimento di istantanee permette di creare quello che Retrospect chiama un “backup sintetico completo”. Retrospect crea i backup sintetici completi quando trasferisce le istantanee su:

  • Un nuovo set di backup
  • Un set di backup esistente quando l’opzione “Corrispondenza tra file del catalogo di origine e destinazione” è disattivata.

I backup sintetici completi permettono di avviare un nuovo set di backup con le sole istantanee più recenti (ad esempio) da un set di backup esistente. Questo consente di avviare un nuovo ciclo di backup senza perdere i vantaggi di risparmio di tempo offerti dai backup incrementali. I backup successivi al nuovo set di backup copieranno solo i file nuovi e modificati.

Dopo il trasferimento, il set di backup di destinazione contiene gli stessi dati che conterrebbe dopo un backup completo. Si ottiene un backup completo senza dover effettuare il processo, più lungo, di esecuzione di un backup completo effettivo.

  • Un backup completo sintetico è l’equivalente di un backup completo eseguito al momento delle istantanee più recenti. Non include file nuovi o modificati dalla data o dall’ora di tali istantanee e non include versioni più vecchie dei file contenuti in istantanee non attuali.

I backup sintetici completi sono utili anche per la creazione di un set di backup che contenga tutti i file in una sessione contigua. Questo permette a Retrospect di ripristinare più velocemente interi volumi, poiché non deve cercare tutti i file necessari in più sessioni.

Per trasferire le istantanee tra set di backup, fare clic su Strumenti>Trasferisci istantanee. Verrà visualizzata la finestra di riepilogo del trasferimento di istantanee del set di backup.

121

La procedura di base per il trasferimento di istantanee è la seguente:

Selezione del set di backup di origine

Nella finestra di riepilogo del trasferimento di istantanee del set di backup, fare clic su Origini per visualizzare la finestra di selezione delle istantanee di origine.

122

Nell’elenco superiore della finestra di selezione dell’origine, selezionare il set di backup che contiene le istantanee da trasferire. Se il set di backup desiderato non è in elenco, fare clic sul pulsante Altro.

Se si desidera trasferire le istantanee da più di un set di backup in una volta, utilizzare Trasferisci set di backup o creare uno script per il trasferimento di istantanee. Vedere Trasferimento dei set di backup e Trasferimento di istantanee mediante script.

Retrospect visualizza un elenco delle istantanee attive del set di backup nell’elenco inferiore della finestra, insieme alla data e all’ora dell’istantanea e al nome del volume di cui è stato eseguito il backup.

Se si seleziona una delle seguenti opzioni, viene visualizzato solo l’elenco delle istantanee: ”Istantanee selezionate” o “Istantanea più recente per ogni origine selezionata”. Solo i set di backup con una data a fianco contengono istantanee.

Per impostazione predefinita, Retrospect salva l’istantanea più recente per ogni volume (o sottovolume) di cui è stato eseguito il backup nel file catalogo. Tali istantanee sono considerate attive. Tutte le istantanee, incluse quelle più vecchie, vengono salvate nel supporto di backup (nastro, disco o CD/DVD). Seguendo ogni backup o operazione di archiviazione che ha avuto successo, la vecchia istantanea nel file catalogo viene sostituita con quella nuova. La vecchia istantanea rimane intatta sul supporto di backup e può essere recuperata quando necessario.

Un set di backup su disco con l’opzione di ripulitura abilitata salva tutte le istantanee richieste dal criterio di ripulitura nel file catalogo. Ad esempio, se si imposta Retrospect per il salvataggio degli ultimi dieci backup, saranno attive fino a dieci istantanee per ciascun volume. Inoltre, è attiva anche ogni istantanea che è stata bloccata manualmente.

Se l’istantanea che si desidera utilizzare non è in elenco, fare clic sul pulsante Aggiungi istantanea per visualizzare un elenco di tutte le istantanee nel set di backup.

Quando si seleziona un’istantanea e si fa clic su Recupera, Retrospect recupera l’istantanea più vecchia dal supporto del set di backup (il che potrebbe richiedere l’inserimento un supporto) e la aggiunge all’elenco nella finestra dell’origine di trasferimento istantanee. Tale istantanea è ora attiva.

Il pulsante Recupera è disabilitato quando si seleziona un’istantanea che è già disponibile.

Selezione delle istantanee

Dopo aver selezionato un set di backup di origine, esistono diversi modi per selezionare le istantanee da trasferire.

  • Istantanea più recente per ogni origine trasferisce l’istantanea più recente per ciascun volume (o sottovolume) nell’elenco delle istantanee attive.
  • Istantanea più recente per ogni origine selezionata trasferisce l’istantanea più recente per ciascun volume (o sottovolume) selezionato nell’elenco delle istantanee attive. Per ottenere lo stesso effetto, è possibile selezionare manualmente le istantanee più recenti di ciascun volume.
  • Tutte le istantanee attive di ogni origine trasferisce tutte le istantanee attive e i file associati. Per vedere l’elenco delle istantanee attive e delle loro origini, scegliere temporaneamente l’opzione “Istantanee selezionate”. Assicurarsi di scegliere nuovamente “Tutte le istantanee attive di ogni origine” prima di fare clic su OK. Per rendere attiva un’istantanea più vecchia, fare clic su Aggiungi istantanea.
  • Istantanee selezionate, trasferisce solo le istantanee (e i file associati) selezionate dall’elenco delle istantanee attive. Per selezionare più istantanee, fare clic tenendo premuto il tasto Ctrl o il tasto Maiusc. Per rendere attiva un’istantanea più vecchia, fare clic su Aggiungi istantanea.

Le opzioni Istantanea più recente... sono molto utili per gli script di trasferimento istantanee (poiché l’elenco delle istantanee attive cambia ad ogni backup), ma hanno anche alcune applicazioni per le operazioni immediate.

  • Trasferisci istantanee copia solo le istantanee attive. Per copiare tutte le istantanee, utilizzare Trasferimento set di backup. Per ulteriori informazioni, vedere Trasferimento dei set di backup.

Una volta effettuate le selezioni, fare clic su OK.

Selezione del set di backup di destinazione

Nella finestra di riepilogo del trasferimento di stantanee del set di backup, fare clic su Destinazione.

Selezionare il set di backup di destinazione e fare clic su OK. Se non si desidera utilizzare uno dei set di backup elencati come destinazione, fare clic su Crea nuovo per creare un nuovo set di backup. Per ulteriori informazioni, vedere Creazione di set di backup.

Selezione dei file da trasferire

Per impostazione predefinita, Retrospect trasferisce tutti i file dalle istantanee selezionate al set di backup di destinazione. Per trasferire un sottoinsieme di tutti i file, fare clic su Selezione nella finestra di riepilogo del trasferimento di istantanee del set di backup.

Scegliere un selettore dall’elenco o fare clic su Altre scelte per creare un selettore personalizzato. I selettori sono una sorta di filtro per selezionare i file e le cartelle da trasferire. I selettori sono descritti in dettaglio in Utilizzo dei selettori.

Fare clic su OK una volta terminato.

Impostazione di opzioni aggiuntive

Retrospect include molte opzioni di esecuzione specifiche per i trasferimenti di istantanee.

Fare clic su Opzioni nella finestra di riepilogo del trasferimento di istantanee del set di backup per modificare le impostazioni predefinite per la verifica supporti, la compressione dati, il riciclo del set di backup di origine e altre opzioni.

123

Per ulteriori informazioni su queste opzioni, vedere Opzioni di esecuzione trasferimento.

Fare clic sul pulsante Altre scelte per accedere ad altre opzioni. Per ulteriori informazioni, vedere Opzioni di esecuzione.

Esecuzione del trasferimento di istantanee

Se Retrospect dispone delle informazioni necessarie, nella parte superiore della finestra di riepilogo del trasferimento di istantanee del set di backup verrà visualizzato il messaggio “Pronto per l’esecuzione”. Se le informazioni non sono complete, verrà visualizzato il messaggio “Non pronto per l’esecuzione” e una o più parti delle informazioni fornite dovranno essere modificate.

Se l’edizione di Retrospect supporta più esecuzioni contemporanee, è possibile specificare l’unità di esecuzione da utilizzare per questa operazione (oppure scegliere “Qualsiasi unità di esecuzione”). Effettuare la selezione nella casella combinata della finestra di riepilogo. Per ulteriori informazioni, vedere Assegnazione delle unità di esecuzione.

Fare clic su Trasferisci per continuare. Retrospect esegue l’operazione di trasferimento, visualizzando lo stato di avanzamento in Monitor attività.

124

È possibile che venga chiesto di inserire un supporto.

Una volta terminata l’esecuzione, fare clic sulla scheda Cronologia per visualizzare i dati relativi alle prestazioni per l’operazione di trasferimento. Se si sono verificati degli errori, è possibile ottenere maggiori informazioni facendo clic sul pulsante Errori. Per visualizzare il registro delle operazioni per questa esecuzione, fare clic sul pulsante Registro.

Il registro è descritto in Visualizzazione del registro operazioni.

Trasferimento di istantanee mediante script

Quando è attiva una finestra di riepilogo del trasferimento di istantanee del set di backup, è possibile fare clic sul pulsante Pianifica per salvare le informazioni e le impostazioni di trasferimento sotto forma di script. Lo script può quindi essere utilizzato per eseguire operazioni di trasferimento di istantanee.

Vedere Operazioni automatizzate.

Controllo delle operazioni immediate

Retrospect offre diversi metodi per controllare un’operazione immediata mentre questa è in esecuzione. Per ulteriori informazioni, vedere Controllo delle operazioni.

È possibile utilizzare lo la casella combinata “Resta in Retrospect” della barra degli strumenti di Retrospect per determinare il comportamento di Retrospect una volta terminata l’esecuzione di un’operazione immediata. Per impostazione predefinita, non viene eseguita alcuna operazione, ma se si desidera avviare un’operazione immediata e lasciare l’ufficio, è possibile configurare Retrospect in modo che l’applicazione venga chiusa al termine dell’esecuzione. Se Proactive Backup non è in esecuzione e nell’orario anticipato dell’applicazione non è pianificata l’esecuzione di un altro script, l’applicazione verrà chiusa (o arrestata) al termine dell’esecuzione. Per ulteriori informazioni su come specificare l’orario anticipato, vedere Preferenze di pianificazione.