Protezione delle macchine virtuali con Retrospect e VMware Consolidated Backup

L'integrazione di Retrospect con VMware Consolidated Backup (VCB) consente a un server Retrospect in esecuzione su un server proxy VCB di fornire backup a livello di immagine e di file e duplicati di una macchina virtuale (VM) senza dover sospendere o arrestare la macchina stessa. Questa operazione è eseguita grazie alla funzionalità Script esterni di Retrospect, che richiama gli script precedenti e successivi necessari sul server proxy VCB.

Nota: la funzionalità Script esterni è destinata agli utenti avanzati con una conoscenza elementare di uno o più linguaggi di scripting supportati da Windows Scripting Host. Per ulteriori informazioni, vedere la sezione Script esterni del Capitolo 10 "Strumenti" della Guida per l'utente di Retrospect.

Requisiti

Prima di iniziare la configurazione, devono essere soddisfatti diversi prerequisiti:

  • È necessario impostare un server proxy VCB, configurarlo in base all'ambiente ed eseguirlo come descritto nella Virtual Machine Backup Guide disponibile sul sito Web VMware all'indirizzo www.vmware.com.
  • VMware Tools deve essere installato su ogni sistema operativo guest da proteggere.
  • Retrospect Single Server (Disk-to-Disk) o versione successiva deve essere installato direttamente sul server proxy VCB. È necessaria una licenza Retrospect Multi Server per eseguire il backup o il ripristino dei file direttamente su un sistema operativo server guest con Retrospect Client in esecuzione su una macchina virtuale.
  • Il server proxy VCB deve disporre di spazio su disco disponibile sufficiente a ospitare l'immagine più grande di cui eseguire il backup o il ripristino.
  • Questo metodo di protezione delle macchine virtuali supporta gli ambienti ESX 3 e 4 ma non l'ambiente ESXi 5.

Configurazione di VCB per i backup

Prima di configurare Retrospect per il backup delle macchine virtuali, è necessario modificare il file delle impostazioni config.js di VCB che si trova nel server proxy VCB (ad esempio, C:\YOUR_VCB_FRAMEWORK\config\config.js). Le variabili da modificare sono le seguenti:

BACKUPROOT=<percorso_di_mont>; (esempio: BACKUPROOT="C:\\vcb_mnts";)
HOST=<nomehost_serveresx>; (esempio: HOST="esxserver.vmware.com";)
USERNAME=<nome utente>; (esempio: USERNAME="vcbUser";)
PASSWORD=<password>; (esempio: PASSWORD="vcbpasswd";)
VM_LOOKUP_METHOD="name"; (esempio: VM_LOOKUP_METHOD="name";)
PREEXISTING_MOUNTPOINT="delete"; (esempio: PREEXISTING_MOUNTPOINT="delete";)
PREEXISTING_VCB_SNAPSHOT="delete"; (esempio: PREEXISTING_VCB_SNAPSHOT="delete";)

Configurazione di Retrospect ed esecuzione del backup

La maggior parte del lavoro necessario prima di procedere ai backup delle macchine virtuali è eseguito nello script Retrospect Event Handler e nell'applicazione Retrospect.

Modifica del file retro.ini

Per consentire a Retrospect di comunicare con VCB, è necessario modificare il file retro.ini localizzato nella directory dell'applicazione Retrospect. Aprire il file retro.ini utilizzando un editor di testo e aggiungere la seguente riga nella sezione [OEM]:

CheckVCBScripts=1
  • Salvare e chiudere il file retro.ini.

La posizione di installazione predefinita dell'applicazione Retrospect è:

C:\Programmi\Retrospect\Retrospect 8.0

Impostazioni di Retrospect Event Handler

Retrospect Event Handler è uno script esterno con il quale Retrospect trasmette informazioni ad altri programmi. La funzionalità di scripting di VCB è gestita con un Retrospect Event Handler speciale, VCB_RetroEventHandler.bat. Nella cartella External Scripts della directory dell'applicazione è fornito uno script di esempio.

La posizione di installazione predefinita è:

C:\Programmi\Retrospect\Retrospect 8.0\External Scripts\Sample VCB

Nota: si consiglia di creare una copia del file VCB_RetroEventHandler.bat prima di apportare eventuali modifiche.

La configurazione del file VCB_RetroEventHandler.bat è molto semplice, poiché è necessario impostare solo la variabile VCB_FRAMEWORK_PATH:

set VCB_FRAMEWORK_PATH=c:\vcb_framework

Attivazione di VCB_RetroEventHandler

Per attivare lo script VCB_RetroEventHandler.bat, copiare il medesimo nella stessa cartella del file Retrospect Config.

Per Windows XP e Server 2003:

c:\Documents and Settings\All Users\Dati applicazioni\Retrospect\;

Per Windows Vista e Windows 7:

c:\Utenti\Tutti gli utenti\Retrospect\

Per Windows 8, Server 2008 e Server 2012:

c:\Dati applicazioni\Retrospect\

Creazione di script di backup delle macchine virtuali

La seguente procedura deve essere ripetuta per ogni macchina virtuale e per ogni tipo di backup (file o immagine).

Per creare script di backup delle macchine virtuali:

  1. Creare una cartella temporanea nella directory dei punti di montaggio di VCB specificata dalla variabile BACKUPROOT nel file config.js di VCB (vedere “Configurazione di VCB per i backup” a pagina 28).
  2. Per eseguire un backup a livello di immagine di una macchina virtuale denominata mytestvm.foo.com, la cartella deve essere nominata come segue:

    C:\vcb_mnts\mytestvm.foo.com-fullVM

    Per eseguire un backup a livello di file, la cartella deve essere nominata come segue:

    C:\vcb_mnts\mytestvm.foo.com
  3. Definire il punto di montaggio come sottovolume di Retrospect.
  4. Definire uno script di backup il cui nome inizi con VCB_ (ad esempio, VCB_mytestvm_backup), quindi specificare il sottovolume definito sopra come sorgente.
  5. Una volta completate tutte le fasi precedenti, Retrospect è pronto per eseguire il backup delle macchine virtuali.

Nota: per i backup a livello di file, quando VCB esegue il montaggio di unità, cartelle e gerarchie di file della macchina virtuale, sono create visualizzazioni uguali all'interno delle due directory, una denominata "lettere" e l'altra "cifre". Retrospect esegue solo il backup del contenuto della directory lettere.

Ripristino dei dati nelle macchine virtuali

Per ogni tipo di backup, basato su file o su immagine, è disponibile il relativo metodo di ripristino. I dati di backup a livello di file sono solitamente ripristinati mediante il software Retrospect Client in esecuzione sulla macchina virtuale, mentre i backup basati su immagine sono prima ripristinati in una directory del server proxy VCB, poi spostati sul server ESX o vCenter utilizzando VMware Converter.

Ripristino da backup a livello di file

I backup a livello di file consentono di ripristinare singoli file su qualsiasi computer fisico o virtuale su cui è eseguito il software Retrospect Client. Poiché Retrospect esegue il backup della struttura di file e cartelle da una directory di punti di montaggio di VCB, la quale contiene i volumi virtuali all'interno di livelli aggiuntivi di gerarchia delle cartelle, questo metodo non consente un ripristino completo delle macchine.

Per eseguire un ripristino a livello di file e cartelle utilizzando il software Retrospect Client installato in una macchina virtuale, consultare il Capitolo 4 della Guida per l'utente di Retrospect.

Ripristino da backup a livello di immagine

Se da una parte non consentono di eseguire backup più piccoli e incrementali, dall'altra i backup a livello di immagine di macchine virtuali consentono di eseguire il ripristino più veloce e completo di un'intera macchina virtuale. Il ripristino da un backup a livello di immagine è eseguito in due fasi. Prima di tutto, utilizzare Retrospect per ripristinare l'immagine della macchina virtuale (solitamente costituita da più file .vmdk) in una nuova cartella sul server proxy VCB. Al termine di questa prima fase, utilizzare uno dei metodi descritti nella Virtual Machine Backup Guide di VMware per completare la procedura di ripristino dell'immagine su uno storage server ESX o vCenter.